KAYAK rivela i costi delle destinazioni sciistiche più amate dagli italiani

Print Friendly, PDF & Email

Il motore di ricerca dedicato ai viaggi KAYAK.it ha identificato le mete italiane più popolari tra gli amanti della montagna e calcolato la spesa media di una vacanza ad alta quota per aiutare gli italiani a organizzare la settimana bianca dei sogni

  • Questo inverno Cortina d’Ampezzo è la meta sciistica più gettonata con un aumento delle ricerche di hotel del 382% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno;
  • Tra le mete più popolari del 2016 Vipiteno, Bressanone e Bolzano sono le più economiche, con costi medi settimanali rispettivamente di 1.363 €, 1.613 € e 1.915 €;
  • Madonna di Campiglio si conferma quest’anno la destinazione sciistica più costosa considerando tutte le voci di spesa.


L’inverno è da sempre un periodo molto amato dagli italiani per viaggiare verso destinazioni montane, dove godersi la neve, paesaggi mozzafiato e cimentarsi negli sport invernali.

Il motore di ricerca viaggi KAYAK.it ha analizzato le ricerche di hotel per le destinazioni sciistiche italiane per stilare la top 10 delle mete più ambite dagli italiani per il prossimo inverno e calcolato la spesa media di una settimana di vacanza:

  • soggiorno in hotel
  • ski-pass
  • noleggio delle attrezzature
  • pranzo e bibite, indispensabili per una perfetta gita sulla neve

 

Vipiteno è la miglior scelta per chi vuole risparmiare!

Tra le destinazioni montane più popolari per quest’anno, Vipiteno risulta essere la più economica con un costo medio per l’intera settimana di 1.363 €, compresi i costi dei servizi in loco.

La località sciistica è molto nota per la sua posizione strategica e la possibilità di svalicare le Alpi direttamente sugli sci.

Subito dopo si posizionano Bressanone e Bolzano – con un costo medio settimanale che si attesta rispettivamente intorno ai 1.613 € e 1.915 €.

Dall’altra parte del fronte ci sono:

Madonna di Campiglio (3.069 €), Bormio (2.602 €) e Livigno (2.474 €)

La voce di costo che incide maggiormente è, senza dubbio, l’hotel.

Per recarsi in queste località i viaggiatori dovranno dar fondo alle proprie riserve visto che una settimana in un hotel a 3-4 stelle a Madonna di Campiglio costa circa 2.541 €, prezzo che scende leggermente a Bormio (2.170 €) e Livigno (2.009 €).

Al di là del pernottamento, i costi correlati alla vita sciistica – invece – differiscono molto.

Enormi le differenze per il cibo: se a Madonna di Campiglio la media per tre pasti sulle piste è di 60 €, a Courmayeur e Bormio la cifra cresce enormemente – circa 102 € e 96 € rispettivamente.

Lo stesso vale per l’attrezzatura da sci – circa 126 € per sei giorni a Livigno e 180 € a Madonna di Campiglio.


Cortina, la destinazione più trendy

Grazie a un aumento delle ricerche di hotel a tre cifre rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (+382%), Cortina d’Ampezzo si conferma la meta sciistica più gettonata dagli italiani.

Non è, infatti solo la più pittoresca e alla moda località montana, è anche una delle più comode con le due tante tipologie di piste e code quasi inesistenti.

Sestriere (+28%) e Madonna di Campiglio (+19%) si difendono bene ed emergono come altre mete molto selezionate anche se la ricerca di hotel non è così elevata come a Cortina.

Mentre Sestriere si adatta perfettamente a tutti i tipi di sciatori, Madonna di Campiglio offre pendenze diverse e svariati chilometri di piste facilmente percorribili.

Gurhan Karaagac, esperto di viaggio KAYAK ha così commentato:

“Da sempre gli italiani sono grandi amanti della neve e degli sport invernali e difficilmente rinunciano a una vacanza – seppur breve – in montagna. In KAYAK.it amiamo fornire ai nostri utenti indicazioni e consigli per aiutarli a organizzare il proprio viaggio al meglio. Con questa analisi vogliamo mostrare ai consumatori i costi medi settimanali per le destinazioni sciistiche italiane più popolari affinché possano fare la migliore scelta sulla base del proprio budget.”

Fonti: HOTWIRE

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti