Etna: il quadro della situazione da INGV

Print Friendly, PDF & Email

Dalle prime ore di oggi 30 gennaio 2017, uno sciame sismico composto – fino alle ore 13.00 – da circa 60 scosse, con magnitudo massima pari a 3.5 (ore 10:51 L.T.), sta interessando l’area del vulcano Etna, in coincidenza del suo medio versante sud-occidentale.

In particolare, il volume focale coinvolto ricade tra le località di Ragalna – M. Parmentelli – M. San Leo, nell’intervallo di profondità 10-15 km.

L’attività sismica, tutt’ora in corso, non risulta accompagnata da anomalie negli altri parametri geofisici monitorati; tra questi, in particolare, l’ampiezza del tremore vulcanico si mantiene su valori stazionari medio-bassi, tipici degli ultimi mesi.
Rimane pressoché immutata, senza mostrare significative variazioni, la moderata attività esplosiva al Nuovo Cratere di SE.

Fonti: ingv.it

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti