Trekking romano, come smaltire i chili delle feste natalizie

Print Friendly, PDF & Email

Roma è la città degli echi, la città delle illusioni, e la città del desiderio

Giotto

E’ normale ingrassare qualche chilo durante le feste natalizie, non serve preoccuparsi.

Non serve digiunare o adottare metodi troppo drastici per tornare in forma dopo gli eccessi dei pranzi e cene di Natale e Capodanno, l’importante è mangiare sano e fare attività fisica.

Un ottimo metodo per tenersi in movimento senza ricorrere a noiose e dispendiose palestre e fare qualcosa di piacevole, unendo l’utile al dilettevole è fare un po’ di trekking urbano.

Nella bella Capitale le occasioni di scoprire la città e al contempo tenersi attivi non mancano, vediamo un percorso interessante che oltre a farci scoprire le bellezze di Roma ci aiuta non sono a tenerci in forma, ma anche ad andare a caccia di occasioni durante questo periodo di saldi!

Il percorso scelto inizierà da Piazza del Popolo, continuerà su Via del Corso, passerà per Fontana di Trevi, Piazza di Spagna, proseguirà nuovamente su Via del Corso arrivando alla storica Piazza Venezia, qui si procederà lungo i Fori Imperiali per arrivare alla magnificenza del Colosseo, dove terminerà il nostro percorso.


PERCORSO

  • Piazza del Popolo – Piazza di Spagna: 12 minuti (1 km)
  • Piazza di Spagna – Fontana di Trevi: 10 minuti (800 metri)
  • Fontana di Trevi – Piazza Venezia: 9 minuti (700 metri)
  • Piazza Venezia – Colosseo: 14 minuti (1,1 km)

Totale percorso trekking urbano da Piazza del Popolo al Colosseo: 1.30 h circa.

 

 


Il punto di partenza è Piazza del Popolo, una delle più celebri piazze di Roma alle pendici del Pincio.

La piazza e la sua porta sono un ottimo esempio di “stratificazione” architettonica, sulla piazza affacciano tre chiese:

la basilica di Santa Maria del Popolo e le due chiese gemelle di Santa Maria in Montesanto e Santa Maria dei Miracoli.

Al centro della Piazza sorge una fontana con quattro leoni in marmo in stile egizio dove al centro si innalza l’Obelisco Flaminio, uno dei tredici obelischi antichi di Roma, originariamente realizzato all’epoca dei faraoni Ramesse II e Seti I.

Da qui si prosegue lungo Via del Corso, una delle più famose vie dello shopping nel cuore di Roma, dove ci si potrà perdere tra i tanti negozi.

Si prenderà poi Via della Croce sulla sinistra, quasi alla fine della via si svolterà a destra su Via del Babbuino e ci si troverà come d’incanto nella splendida Piazza di Spagna.

L’elegantissimo ritrovo romano per eccellenza con palazzi color ocra, la fontana del Bernini e la scalinata su cui si erge la chiesa Trinità dei Monti sembra immerso in un’atmosfera raffinata e settecentesca.

 

Da qui si prosegue per Via dei due Macelli, una volta arrivati al bivio di Via del Tritone si girerà a destra proseguendo a sinistra per Via della Stamperia, alla fine della via ci si troverà davanti l’incantevole Fontana di Trevi.

La bellezza della più famosa fontana di Roma è ineguagliabile, considerata anche tra le più celebri fontane al mondo.

Numerose le leggende e gli aneddoti che girano attorno ad uno dei più grandi simboli della Capitale. La tradizione più conosciuta è quella del lancio della monetina dentro la fontana:

compiendo questo atto a occhi chiusi e voltando le spalle verso palazzo Poli, ci si propizierebbe un futuro ritorno nella città.

Il Comune di Roma ha inoltre deliberato nel 2006 che tutte le monetine recuperate siano destinate alla Caritas.

Da Fontana di Trevi si prenderà Via delle Muratte fino all’arrivo di Via del Corso, dove si proseguirà la caccia allo shopping e al termine si arriverà a Piazza Venezia.

Protagonista indiscusso della storica piazza situata ai piedi del Campidoglio è il Monumento nazionale a Vittorio Emanuele II, più noto come Vittoriano o Altare della Patria, uno dei simboli che celebra l’unità della nazione italiana.

Dalla piazza ci si dirige verso la fase conclusiva del percorso prendendo la suggestiva Via dei Fori Imperiali fino all’arrivo del Colosseo, ultima tappa dell’itinerario.

Il Colosseo non ha bisogno di presentazioni, originariamente conosciuto come Anfiteatro Flavio è il più grande anfiteatro al mondo, monumento più imponente della Roma antica che sia giunto fino a noi e simbolo indiscusso della Città Eterna.

 


Potrebbe interessarti anche:

Trekking urbano tra le vie storiche di Roma: da Piazza Navona a Piazza Trilussa

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti