Carnevale di Venezia, il Ballo del Doge

Print Friendly, PDF & Email

Venezia è… so splendid, so magic, so glam, so you“.

Potrebbe essere il ritornello di una canzone, invece è il tema che il 25 febbraio – ultimo sabato del Carnevale di Venezia – caratterizzerà il Ballo del Doge: uno degli eventi mondani più esclusivi al mondo.

Non solo una cena di gala con festa, ma una vera e propria manifestazione artistica: uno spettacolo a cui intervengono cantanti, ballerini, attori e acrobati.

La modica cifra per avere il vostro placement va dai 1.800 ai 2.500 euro, a seconda della posizione del tavolo.
Per chi volesse entrare dopo cena, il prezzo del biglietto è di 800 euro – ma va considerato anche il prezzo dell’affitto di un costume.

Troppo? Forse no, se si può dare un valore alla possibilità di tornare nel passato.
E che passato: partecipare alla festa di un Doge del ‘700 veneziano, evento per cui nobili e avventurieri accorrevano da ogni parte del mondo, sperando di esservi ammessi.

Non è un sogno, è IL sogno” dichiara orgogliosamente la sua creatrice, la stilista Antonia Sautter in un’intervista a D La Repubblica.

Come darle torto: solo la location che ospita l’evento, Palazzo Pisani Moretta, basterebbe per far credere a chiunque vi metta piede di aver abbandonato il mondo reale per essere entrato nella dimensione onirica.
Un vero e proprio gioiello dell’architettura veneziana, con la sua facciata in tardo gotico e gli interni in cui si alternano Barocco e Neoclassicimo – dove fanno bella mostra di se opere di Gianbattista Tiepolo, Pietro Longhi e altri grandi protagonisti della storia dell’arte.

A rendere l’atmosfera ancora più suggestiva, gli straordinari costumi, la musica e, soprattutto, la variopinte maschere.
Un sogno, appunto.
E i sogni non hanno prezzo.

Potrebbe interessarti: 

La mostra “Serenissime Trame. Tappeti dalla collezione Zaleski e dipinti del Rinascimento” a Venezia
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti