Roma, chiuso il Farmers market di San Teodoro

Print Friendly, PDF & Email

Il Farmers Market di San Teodoro a Roma – mercato coperto che vende i prodotti di Campagna Amica, provenienti esclusivamente dal territorio laziale – è stato chiuso prima del weekend, provocando un’ondata di proteste dai romani.

Ormai gran parte degli abitanti del centro avevano preso l’abitudine di scegliere di fare la spesa al Farmers Market, sia per un’ovvia questione di qualità e rispettata stagionalità dei prodotti – anche in relazione al prezzo – sia perchè quella all’antico mercato ebraico del pesce, è diventata una routine “da spesa” piuttosto divertente, tra mille assaggi e la possibilità di gustare qualche prelibatezza appena acquistata nel soleggiato cortiletto interno.

Anche il Codacons si è scagliato contro la decisione del Comune di Roma: 

i cittadini romani vengono privati di un mercato dove acquistare prodotti di qualità a prezzi estremamente convenienti grazie alla vendita diretta produttore-consumatore – spiega il Presidente Carlo RienziUna decisione, quella del Comune, che arrecherà un danno economico immenso prima di tutto ai consumatori della capitale, i quali non potranno avvalersi dei prodotti a Km zero garantiti dal Farmers’ Market di via di San Teodoro, e poi all’intero settore agroalimentare della regione, non avendo più i coltivatori un punto a Roma dove vendere direttamente frutta, verdura e alimenti vari“.

L‘Assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro Adriano Meloni, ha ribattuto che la chiusura è stata causata dalla momentanea impossibilità di prorogare la concessione, a causa di alcuni interventi di adeguamento e riqualificazione della struttura che sono necessari: “Avevamo detto che avremmo fatto trasparenza, indetto bandi e gare e lo stiamo facendo. Ci dispiace moltissimo per gli operatori, ma soprattutto per i cittadini che negli anni hanno apprezzato questa attività di eccellenza nel panorama dell’offerta commerciale della Capitale si difende l’Assessore – L’amministrazione capitolina vuole uscire dalla fase sperimentale e promuovere finalmente in modo diffuso i Farmers’ Market ma in un quadro regolamentare chiaro e trasparente: per questo siamo quasi pronti con un regolamento che, entro il mese di marzo, fissi norme certe per lo sviluppo di questa tipologia di mercati.
Regolamento che nessuna delle precedenti amministrazioni si è preoccupata di predisporre in modo da evitare situazioni analoghe a quella di San Teodoro –
prosegue – l
e problematiche sono state ripetutamente comunicate e condivise con Coldiretti, che gestisce la Fondazione Campagna Amica operante in via di San Teodoro.
Per proseguire questa esperienza, alla stessa associazione, sono state avanzate delle ipotesi di collaborazione, ancora sul tavolo”
 .

La chiusura, per il momento, non riguarda il punto vendita della Garbatella.

Fonti: comune.roma.it, codacons.org

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti