Musica a Bologna: torna l’evento musicale ArtRockMuseum

Print Friendly, PDF & Email

 

 

Bologna. Al via la terza edizione dell’evento musicale ArtRockMuseum che si terrà a Palazzo Pepoli dall’8 marzo al 10 maggio.

Dieci gli appuntamenti della rassegna musicale che porta nel capoluogo emiliano il meglio della scena musicale italiana.

Una formula di successo, quella di ArtRockMuseum: ospitare una serie di spettacoli site specific all’interno del Museo di Palazzo Pepoli. I vari volti delle sonorità avant gard italiane si esibiscono in spazi diversi, unici e particolarmente suggestivi. Per questo motivo, ogni live di ArtRockMuseum è unico e irripetibile.

Oltre alla musica, c’è spazio per il dialogo. Le esibizioni sono accompagnate da conversazioni a cura di Pierfrancesco Pacoda con gli artisti, che hanno modo di poter raccontare al pubblico la propria identità musicale, le varie ispirazioni e i modi di concepire l’arte e la creatività. 

Gli showcase sono a ingresso gratuito e, durante il periodo della rassegna ArtRockMuseum, la bottega del Museo ospita un temporary shop dove è possibile trovare tutte le produzioni discografiche degli artisti in rassegna, gadget e oggetti a tiratura limitata.

Il programma:

  • Mercoledì 8 marzo – ore 19:30

Paolo Benvegnù

Si tratta di una delle voci più emozionanti della nuova canzone d’autore italiana. Ad ArtRockMuseum presenta i brani del suo nuovo disco, H3+, dedicato alla perdita, all’abbandono e alla rinascita.

  • Mercoledì 15 marzo – ore 19:30

Fast Animals Slow Kids

I Fast Animals Slow Kids presentano a Bologna  le canzoni del nuovo album,  Forse non è la felicità, considerato il loro disco più complesso e audace, perché nato in assoluta libertà espressiva.

  • Mercoledì 22 marzo – ore 19:30

Angela Baraldi

La cantante bolognese, ospite nella passata edizione di ArtRockMuseum, è presente anche quest’anno all’evento con i brani del nuovo album, Tornano Sempre.

  • Mercoledì 29 marzo – ore 19:30

Saluti da Saturno

Saluti da Saturno sono una delle declinazioni sonore di Mirco Mariani, pluristrumentista, curatore di un laboratorio studio di registrazione dove conserva (e utilizza) meraviglie sonore elettroniche, analogiche e vintage.

  • Mercoledì 5 marzo – ore 19:30

Dente

È uno dei più apprezzati cantautori italiani, con un pubblico molto ampio, che ama il suo personalissimo pop dai tratti essenziali e ricercati.  Ad ArtRockMuseum presenta il suo ultimo album, Canzoni per metà.

  • Mercoledì  12 aprile – 19:30

Edda

Edda porterà infatti le canzoni dell’album, appena uscito, Graziosa utopia, un disco maturo, forte e disperato, denso di suggestioni, spiritualità, provocazioni e amore incondizionato.

  • Mercoledì 19 aprile – 19:30

Giorgio Poi

Giorgio Poi arriva a d ArtRockMuseum per eseguire dal vivo alcuni brani di Fa Niente, il suo esordio come solista. Nove brani in cui le parole accompagnano l’ascoltatore in un immaginario privato, abitato da melodie fluttuanti e dirompenti.

  • Mercoledì 26 aprile – 19:30

Amerigo Verardi

Amerigo Verardi è stato uno dei protagonisti dell’ondata del rock psichedelico italiano degli anni 80. Visionario e lisergico, ha continuato a comporre canzoni che offrono visoni dai colori tenui, sognanti, alternando il suo lavoro di musicista a quello di produttore.

  • Mercoledì 3 maggio – ore 19:30

Rancore

Una delle voci più originali della vivace scena dell’hip hop italiano. Ad ArtRockMuseum porta le canzoni del disco SeguiMe/Remind, rilettura del suo primo lavoro, pubblicato nel 2006. Per l’occasione il rapper ha creato un live show con la GusBumpsOrquestra, formazione che usa, al posto delle basi elettroniche, violino, flauto traverso, pianoforte e percussioni autocostruite.

  • Mercoledì 10 maggio – ore 19:30

Secret Concert

Dal vivo un’importante band italiana con un concerto unico pensato per la rassegna ArtRockMuseum.

ArtRockMuseum è organizzato da Genus Bononiae. Musei della Città.

Per info:

Sito internet: www. genusbononiae.it

Facebook: www.facebook.com/ArtRockMuseum

Twitter: @genusbononiae

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti