Sisma Marche: continua il recupero delle opere d’arte

Print Friendly, PDF & Email

A oggi sono all’incirca 9 mila le opere d’arte e gli oggetti sacri messi in sicurezza nelle aree colpite dal sisma del 24 agosto scorso. Lavori che stanno proseguendo ininterrottamente. 

Qualche giorno fa a Camerino, nelle Marche, l’Unità di Crisi del Coordinamento Nazionale del Mibact, comandata dal prefetto Fabio Carapezza Guttuso, ha prelevato 14 beni storici fra dipinti e affreschi dalle chiese di Santa Caterina, San Giovanni Battista, Sant’Anna e San Cristoforo di Arnano; mentre a Offida, in provincia di Ascoli Piceno, sono stati messi in sicurezza un importante dipinto settecentesco e l’altare della Chiesa di Santa Maria.

A  Rigo di Montegallo, invece, nella canonica della Chiesa di San Giovanni Battista, i vigili del fuoco hanno recuperato parti di altare, capitelli, reliquiari e putti, tutti databili tra il 1500 ed il 1600.

Nota stampa Mibact

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti