A Londra la prima mostra internazionale sui Pink Floyd

Print Friendly, PDF & Email

Dal 13 maggio al 1 ottobre 2017 verrà ospitata al Victoria and Albert Museum di Londra The Pink Floyd Exhibition: Their Mortal Remains, la prima mostra internazionale sui Pink Floyd promossa da Michael Cohl ed Iconic Entertainment Studios. La storia di uno dei più grandi ed influenti gruppi musicali sulla scena rock verrà ripercorsa attraverso materiali audiovisivi la cronaca dal debutto negli anni 60 fino ai giorni d’oggi. Si parlerà della retrospettiva della band come un’esperienza multisensoriale lungo un viaggio spettacolare di immagini e suoni.

I fan dei Pink Floyd avranno la straordinaria opportunità di assistere a filmati inediti dei più celebri concerti del gruppo grazie anche a spettacolari luci laser create su misura.

  • Il Victoria and Albert Museum è il luogo ideale per esibire il lavoro di una band che è unica nell’immaginario collettivo per la sua musica” – ha spiegato il direttore del V&A, Martin Roth.  Così invece il promotore della mostra, Michael Cohl: “Siamo orgogliosi di essere stati scelti per promuovere quella che sarà una mostra incredibile al V&A. Ho sempre amato essere coinvolto con i Pink Floyd e sarà un lavoro che farà una spettacolare visuale“.

La mostra celebrerà i 50 anni dal primo singolo pubblicato dalla band, Arnold Layne, e gli oltre 200 milioni di dischi venduti successivamente.

 

Credits:

Info

Promossa da Michael Cohl e Iconic Entertainment Studios

dal 13 maggio al 1 ottobre 2017

Victoria and Albert Museum, Cromwell Road, South Kensington, London, SW7 2RL

pinkfloydexhibition.com

Biglietti

Adulti: A partire da £22,00 fino a £26,00 (Eur 25,40) per biglietto
Child Ticket (12-17 anni): A partire da £18,00 fino a £20,00 (EUR 20,78) per biglietto
Family Ticket (due adulti e due under 17): £57,00 (EUR 65,80) per biglietto
Biglietto senior: A partire da £18,00 fino a £20,00 (EUR 20,78) per biglietto

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti