Neonati a bordo, come cambiano le offerte tra le diverse compagnie

Print Friendly, PDF & Email
Kayak, indagine su offerte per neonati a bordo

Kayak, indagine su offerte per neonati a bordo

Kayak.it, il motore di ricerca viaggi leader nel mondo, ha condotto un’indagine sulle offerte delle compagnie aeree più popolari tra gli italiani con particolare attenzione alle eventuali agevolazioni per le famiglie con neonati a bordo. 

Dal rapporto è emerso che le offerte cambiano sensibilmente tra le diverse compagnie, specialmente tra quelle di linea e quelle low cost. Ryanair prevede un costo fisso di circa 20€ a tratta per i genitori che vogliono portare in braccio il neonato, di età compresa tra gli 8 giorni e i 2 mesi, mentre il posto a sedere per il proprio bambino ha una tariffa equivalente a quella dell’adulto ed è necessario portare con sé un seggiolino. Considerato le frequenti offerte vantaggiose della compagnia, il costo aggiuntivo per portare il bambino in braccio rischierebbe di essere meno vantaggioso del posto per un adulto. 

Situazione simile per Easyjet: costo aggiuntivo di 28€ a tratta per i neonati (tra i 15 giorni e i 23 mesi) che viaggiano in braccio ai genitori mentre per il posto a sedere la tariffa è uguale a quella dell’adulto. Stesso discorso per Vueling che addebita un prezzo fisso di 25€ a tratta per i bambini fino a 2 anni. 

Il discorso cambia per le compagnie di bandiera e le offerte sono più vantaggiose. Alitalia riduce il costo dell’80% rispetto all’adulto per i neonati che viaggiano in braccio ai loro genitori mentre per i posti a sedere sono possibili tariffe agevolate fino al 20% in meno. Lufthansa permette di viaggiare al neonato addirittura gratuitamente o con tariffe fortemente ridotte a seconda della tratta e  mette a disposizione tariffe fino al 25% in meno per i posti a sedere dai 2 anni in su. 

  • La ricerca di KAYAK conferma che, quando si tratta di viaggiare con i bambini, non tutte le compagnie aeree sono uguali, quindi prima di procedere con la prenotazione occorre sempre valutare con attenzione – dichiara Gurhan Karaagac, esperto di viaggio KAYAK – L’applicazione di un costo fisso, infatti, si traduce in un affare vantaggioso quando i prezzi dei biglietti sono piuttosto alti, ma non è da considerarsi una soluzione ottimale  se i normali prezzi dei voli sono già economici“. 

Info

www.kayak.it

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti