La Perdonanza Celestiana e la cultura del tartufo candidate al patrimonio immateriale Unesco

Print Friendly, PDF & Email
Perdonanza religiosa e cultura del tartufo candidati a patrimonio immateriale unesco, 2018

Lo scorso 27 marzo la Commissione Italiana per l’Unesco ha deciso la candidatura della Perdonanza Celestiana, cerimonia religiosa de L’Aquila, e della cultura del tartufo per la lista del Patrimonio Immateriale Unesco per l’anno 2018

Le candidature sono state votate all’unanimità. Per quanto riguarda la Perdonanza l’iter prenderà il via quest’anno a Parigi e terminerà nel 2018 mentre la cultura del tartufo è stata ipotecata candidatura italiana 2018 e sarà valutata nel 2019.

  • La cerimonia della Perdonanza, alla quale vengono invitate le autorità religiose, si svolge a L’Aquila il 28 e 29 agosto e ancora oggi mira a rinsaldare i legami interni alla comunità laica e credente. La celebrazione del Perdono, successivamente chiamata “Perdonanza”, è stata istituita nel 1294 da Papa Celestino V e rappresenta il primo giubileo al quale potessero accedere anche i poveri ed i diseredati.
  • La Comunità di Norcia ha promosso la candidatura del tartufo nel patrimonio immateriale dell’Unesco e la Commissione, dopo aver inviato il dossier a Parigi, ha dato mandato ai ministeri dei Beni Culturali e delle Politiche agricole di sottolineare la rilevanza della vocazione agricola nei territori colpiti dal terremoto e la tradizione del tartufo.

Perdonanza  religiosa e cultura del tartufo candidati a patrimonio immateriale unesco, 2018

La decisione della Commissione dell’Unesco rappresenta un atto di attenzione verso l’importanza della vocazione rurale e culturale dei territori del Centro Italia colpiti dal terremoto che vedrà impegnati in una lavoro congiunto Mibact e Mipaaf col contributo delle comunità interessate.

fonte: Ansa

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti