I 10 paesi che conviene visitare dopo la Brexit

Print Friendly, PDF & Email
Viaggi dopo la Brexit

Tempo di cambiare i piani per i turisti britannici. Con l’avanzare della Brexit il quotidiano inglese The Guardian ha stilato un elenco delle destinazioni ideali per un viaggio post-brexit.

La lista – che comprende una decina di mete tra Est Europa, Asia e Sud America – propone posti storicamente considerati meno dagli inglesi ma che con la caduta della sterlina potrebbero ora rivelarsi adatti per una vacanza.

  • Nepal: un paese che ha una quantità enorme da offrire. Dalle catene montuose alla ricchezza di fauna selvatica, templi, città antica e una cultura piena di colori. Dopo anni difficili che hanno contrassegnato il paese da insurrezioni maoiste, colpi di stato e terremoti il Nepal ha rialzato la testa e dimostra una grande sensazione di ottimismo ai suoi turisti.
  • Sudafrica. Anche qui la moneta ha risentito dei problemi politici interni, attualmente un pound sono circa 16 rand e questo la rende una buona destinazione. Non solo Città del Capo, che rimane la meta più considerata, ma anche le zone meno conosciute come il Capo Orientale sono in crescita. La costa di questa provincia è un vero gioiello, così come le piccole città del deserto, Graaff-Reinet e Cradock, mentre i Monti dei Draghi offrono esperienze di trekking di prima classe nel deserto africano. Tuttavia i veri successi rimangono le città rivitalizzate come Johannesburg e Soweto o il grande parco giochi multiculturale di Durban.

Monti dei Draghi, Sudafrica

  • Albania. Vicino al Regno Unito e fuori dall’Ue con un rapporto favorevole tra sterlina e moneta locale, il paese offre catene montuose spettacolari, alcuni eccentrici borghi antichi e un bel tratto di costa adriatica incontaminata. Da visitare i “Monti Maledetti” e la romana Via Egnatia.

Via Egnatia, Albania

  • Bulgaria. Meta spesso sottovalutata ma che presenta spettacolari montagne, ideali per escursioni a piedi, la Bulgaria propone splendide chiese e monasteri da visitare. La pittoresca città di Plovdiv con il suo anfiteatro romano è raggiungibile con voli low cost. Da lì ci si può recare ai monti Rodopi per lunghe passeggiate tra colline e villaggi.
  • Colombia. Un paese con una cultura dinamica ed una moneta svalutata, le sue caratteristiche principali sono le regioni coltivatrici di caffè, le città di Bogotà e Medellin ed una serie di splendidi centri collinari. Inoltre, la Colombia è il paese con il maggior numero di specie di uccelli al mondo. Solo una montagna, la Sierra Nevada de Santa Marta, presenta venti specie uniche.
  • Iran. Si tratta di una delle destinazioni più affascinanti del Medio Oriente. I celebri siti storici come Persepolis e città sorprendenti quali Isfahan, oltre a una cucina unica e ai favolosi giardini, rendono l’Iran una vera e propria meta turistica nonostante le recenti tensioni internazionali. Le antiche e magnifiche città come Tabriz, Kerman, Mashhad, Yazd e Shiraz sono tutte da scoprire.

Isfahan, Iran

  • Namibia. Parchi fantastici e siti naturali con una magnifica sauna selvatica rendono unica questa meta.  Le foreste del Caprivi, i deserti scolpiti e la particolarità della Costa degli Scheletri sono tra i luoghi da non perdere.
  • Malesia. Il turismo ha risentito negli ultimi anni dei disastri aerei avvenuti nel 2014, ciò nonostante il paese ha molto da offrire: isole come Tioman e Perhentians e alcune eccellenti spiagge. Le escursioni sul fiume e i parchi nazionali di Sarawak e Sabah offrono grandi opportunità di fauna selvatica. I posti più importanti sono il parco nazionale di Gunung Mulu e l’imponente Monte Kinabalu.
  • Kenya. Il paese ha sofferto, sotto l’aspetto del turismo, le vicissitudini legate agli attacchi terroristici anche se la situazione sta progressivamente migliorando nella maggior parte del paese lontano dal confine con la Somalia. Il Kenya rimane la destinazione principale in Africa per la fauna selvatica e anche il safari si è ripreso nettamente negli ultimi anni.
  • Serbia. Un paese ancora tutto da scoprire sui Balcani. Il luogo ideale dove trovare villaggi amichevoli, buona cucina e cultura. I turisti vengono accolti con grande ospitalità. Tra le destinazioni da tenere in considerazione ci sono Petrovardin, con la sua passeggiata e pista ciclabile lungo il Danubio, Niš e i parchi montani come Fruska Gora e Kapaonik.

Petrovardin, Serbia

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti