“Jheronimus Bosch e Venezia”: la mostra presso il Palazzo Ducale dal 18 febbraio al 4 giugno 2017

Print Friendly, PDF & Email

Dal 18 febbraio al 4 giugno 2017 a Venezia, presso il Palazzo Ducale, la mostra “Jheronimus Bosch e Venezia” .  

Lesposizione, co-prodotta dalla Fondazione Musei Civici di Venezia e dal Museo Nazionale Gallerie dell’Accademia di Venezia, con il patrocinio del Dipartimento di Culture e Civiltà dell’Università di Verona, è un viaggio nel misterioso e onirico universo di Bosch.

Jheronimus Bosch, Trittico dei santi Eremiti Credit © Archivio fotografico Gallerie dell’Accademia, “su concessione del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. Museo Nazionale Gallerie dell’Accademia di Venezia”

Oltre alle 50 opere di contesto provenienti da importanti collezioni pubbliche e private, punto focale della mostra sono le tre grandi opere di Bosch custodite a Venezia e da poco restaurate grazie a una campagna finanziata dal Bosch Research and Conservation Project (brcp) e dalla Fondazione Getty di Los Angeles: Il martirio di santa Ontocommernis (Wilgefortis, Liberata), Tre santi eremiti e Paradiso e Inferno (Visioni dell’Aldilà).

Alla fine del percorso, è possibile entrare virtualmente nelle Visioni dell’Aldilà indossando gli Oculus, immergendosi totalmente negli anfratti dell’Inferno e nelle luci del Paradiso. In una app, tanti contributi di realtà aumentata fruibili grazie al WiFi.

 

Credits:

A cura di Bernard Aikema con il coordinamento scientifico di Gabriella Belli e Paola Marini.

Prodotta dalla Fondazione Musei Civici di Venezia e dal Museo Nazionale Gallerie dell’Accademia di Venezia, con il patrocinio del Dipartimento di Culture e Civiltà dell’Università di Verona.

 

Informazioni:

Jheronimus Bosch e Venezia

Venezia, Palazzo Ducale, Appartamento del Doge 1

8 febbraio – 4 giugno 2017

Orari biglietteria:

Fino al 31/3 8.30 – 17.30

Dal 1/4 8.30 -19.00

Costo biglietti:

Intero: 12,00 euro

Ridotto: 10,00 euro

Ridotto Scuole: 5,00 euro

Sito web: palazzoducale.visitmuve.it

 

Fonte: palazzoducale.visitmuve.it

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti