IFO, il rivoluzionario disco volante di Paolo Lazzaroni

Print Friendly, PDF & Email
IFO

Paolo Lazzarini rivoluziona la tecnologia di volo con il drone IFO

Da tempo, la tecnologia di volo utilizzata dai droni è oggetto d’interesse per il trasporto di esseri umani. Alcuni progetti, come quello di Taxi Ehang che presto prenderà vita a Dubai, ne sono la prova. Tra le iniziative, c’è anche IFO: un’idea tutta italiana opera del viterbese Paolo Lazzaroni.

Lazzaroni, noto per altri progetti futuristici come l’imbarcazione Jet Capsule, ha scelto IFO come nome per il drone per via delle somiglianze con l’archetipo universale di UFO. In questo caso diventa “Identified Flying Object”, ed è proprio così perché è stato pensato dall’uomo e non da qualche presunta civiltà aliena.

Le caratteristiche sono quelle di un multirotore a 8 eliche del diametro di circa 4,75 mt, nella porzione centrale trova spazio la capsula con due posti a sedere, dotata di paracadute di sicurezza. In caso di emergenza, la cabina si sgancia dal resto della scocca.

Secondo il suo creatore, il velivolo potrebbe raggiungere una velocità massima di 200 Km/h e volare per un’ora e mezza. Propone un’interessante ed innovativa modalità d’imbarco, la quale sarà effettuata tramite una sorta di ascensore. Lazzaroni sta cercando investitori per la realizzazione del progetto.

 

Info: www.hdblog.it

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti