A Firenze il primo appuntamento del G7Cultura

Print Friendly, PDF & Email

 

Firenze ospita il primo vertice del G7Cultura nei giorni 30 e 31 marzo 2017. Un’occasione per condividere un documento comune sui valori universalmente riconosciuti per la tutela del patrimonio culturale a livello mondiale.

L’appuntamento di Firenze rappresenta una tappa fondamentale di un percorso cominciato nel 2015 quando il Ministro Dario Franceschini, in un’intervista al The Guardian, auspicò la nascita di una forza di pace dell’ONU che avesse come scopo la protezione dei siti culturali nei territori minacciati dall’Isis. Se ne parlò a Milano durante Expo, dove venne firmata da 83 Paesi la Dichiarazione di Milano, e poi a Parigi con l’approvazione da parte del Consiglio Esecutivo Unesco della proposta italiana di costituzione di task force nazionali per la difesa del patrimonio culturale. Una risoluzione storica alla quale è seguita, nel febbraio 2016, la nascita della task force italiana: #Unite4Heritage.

In occasione del G7Cultura di Firenze, la Consulta delle libere professioni, organismo della Camera di Commercio di Firenze, raccoglie l’appello delle istituzioni adottando la statua di Benvenuto Cellini sul Ponte vecchio e dando vita a ConsultArte.  

Statua di Benvenuto Cellini sul Ponte vecchio

ConsultArte ha come obiettivo il coordinamento e la divulgazione di ogni iniziativa di tutela e valorizzazione della parte artistica della città nei prossimi anni promossa dalle professioni.

«Siamo convinti che l’arte e la cultura possano essere il collante giusto fra gli ordini, i collegi e le associazioni professionali presenti sul territorio sia in termini di arricchimento delle conoscenze, sia come elemento cardine che possa stimolare la collaborazione interprofessionale – spiega Paolo Gandi, presidente della Consulta delle libere professioni della Camera di Commercio di Firenze. – È per questo che, con le professioni aderenti, è nato il progetto ConsultArte, con il primo obiettivo di dare nuovo splendore alla statua dedicata a Cellini in uno dei luoghi più frequentati e riprodotti di Firenze».

 

Per la ripulitura e la nuova illuminazione della statua gli ordini aderenti a ConsultArte stanno raccogliendo 10 000 euro. L’inizio delle operazioni sulla statua, da decidere con la Soprintendenza delle Belle Arti e con il Comune di Firenze, è previsto nelle prossime settimane.

 

Fonti: Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e Camera di Commercio di Firenze

 

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti