Global Greening 2017: il mondo si colora di verde per festeggiare l’Irlanda e San Patrizio

Print Friendly, PDF & Email
Colosseo illuminato di verde per Global Greening

Con il Global Greening 2017, più di 200 monumenti e siti in tutto il mondo si sono colorati di verde. Così si festeggia la giornata dell’Irlanda e di San Patrizio. 

L’iniziativa, lanciata da Turismo Irlandese otto anni fa, propone illuminare di verde i monumenti ed i siti partecipanti. Anno in anno, Global Greening è andata crescendo. In 2017 ci sono stati circa 220 monumenti e siti partecipanti.

Dalla Germania alla Russia, dal Portogallo all’Olanda, ma anche Australia e Nuova Zelanda, Giappone e Corea del Sud, fino a Kenya, Mozambico ed Emirati Arabi. Paesi in tutti i continenti si sono uniti all’iniziativa.

In Italia hanno già partecipato negli anni scorsi alcuni “vecchi favoriti” come il Colosseo a Roma o la Torre Pendente di Pisa. In 2017, invece, si sono aggiunti:

  • Il Pozzo di San Patrizio a Orvieto
  • Quattro importanti monumenti di Cosenza (il Teatro Alfonso Rendano, il Castello Normanno-Svevo, il Municipio, le Fontane Danzanti)
  • Il Palazzo del Podestà a Bologna
  • Piazza Mercurio a Massa.

“L’Italia quest’anno ha risposto con grandissimo entusiasmo!” ha dichiarato Niamh KinsellaDirettore di Turismo Irlandese in Italia. “Siamo davvero felici ed onorati perché questa grande adesione, oltre ad essere un importante momento di condivisione di un evento suggestivo che celebra l’Irlanda, rappresenta un ulteriore segnale dei forti legami e dei sentimenti di amicizia che legano l’Irlanda e l’Italia”.

Per contrapposizione, la Colonna di Nelson a Londra, il cartello “Welcome” di Las Vegas, la Grande Muraglia in Cina o l’Empire State Building di New York, sono alcuni degli altri celebri partecipanti all’estero che erano già membri del Global Greening. Invece, alcuni dei nuovi iscritti sono stati:

  • Il One World Trade Center a New York
  • La City Hall a Londra
  • Il Red Carpet di Cannes

 

Info: www.ireland.com

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti