In vendita la “Turtle House”, la piccola oasi dello scrittore Tiziano Terzani

Print Friendly, PDF & Email

“Turtle House era splendida la notte. I grattacieli che ci crescevano intorno ci toglievano ogni giorno più sole, ma quando calava la sera e Kamsina, il giardiniere, accendeva le lampade nascoste fra gli alberi, le fiaccole attorno allo stagno e le lucine a olio ai piedi delle statue di Ganesh e di Buddha nel giardino, la casa tornava ad avere quella calda, quieta magia tropicale che ci aveva fatto venire in Thailandia.”.

Era così che Tiziano Terzani, nel libro “Un indovino mi disse”, descriveva la casa a Bangkok dove abitò dal 1990 al 1994.

Ora, dopo essere diventata la casa di altri autori e artisti, un luogo di riunione per politici e diplomatici e persino un ristorante, la“Turtle House”, a oltre 20 anni di distanza, sta per essere ingoiata dal cemento e rimpiazzata dall’ennesimo condominio, nello sviluppo sregolato della capitale thailandese.

La settimana prossima sarà firmato il contratto di vendita del terreno a un costruttore locale, che ha comprato la casa di legno a due piani per un totale di 4,45 milioni di euro.

Così ora di quell’oasi di “vecchio Siam”, rimane solo il giardiniere Kamsing, che conserva ancora con affetto l’unica foto che lo ritrae con la famiglia Terzani nei suoi cinque anni di soggiorno qui.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti