“Di Casa in Casa”: Alla scoperta delle Case museo di Milano

Print Friendly, PDF & Email
Screenshot della mappa con gli itinerari su casemuseo.it

Presentato a Palazzo Reale il programma di itinerari “Di Casa in Casa” per scoprire delle Case museo di Milano. 

Il progetto “Di Casa in Casa” è stato presentato il 15 marzo. Presenta una nuova maniera di passeggiare tra i quartieri della città. 

Sono 13 i percorsi tematici, ideati dallo storico dell’arte Stefano Zuffi, che permettono di scoprire l’arte e l’archittetura milanesi. Come esempi ci sono: 

  • Tra Manzoni e Verdi, per conoscere la letteratura e la musica della città 
  • Dimore e giardini, per scoprire il cuore verde di Milano 
  • Design nella Milano del Novecento 
  • Altri itinerari dedicati alle famiglie con bambini 

Grazie alla profonda rinovazione del sito casemuseo.it, si può consultare una mappa geolocalizzata e scegliere tra gli itinerari quello preferito. 

Si può anche acquistare online la Casa museo Card, al costo di 20 euro. È in distribuzione online e presso Museo Bagatti Valsecchi, Villa Necchi Campiglio e Museo Poldi Pezzoli.

I visitatori hanno l’ingresso gratuito nelle quattro dimore storiche per un anno. Come grande novità di didattica museale, hanno anche l’opportunità di partecipare a visite “narrate” (realizzate da Art in the City anche in inglese) o al chatbot game.

È un gioco articolato su quattro itinerari in cui ci sono diversi enigmi da risolvere. In essi, un personaggio virtuale dialoga con i visitatori tramite l’app Facebook Messenger. 

I percorsi suggeriti da “Storie milanesi”, della Fondazione Adolfo Pini, complementano a “Di Casa in Casa”. Attraverso il sito storiemilanesi.org, si può navigare tra case museo, atelier d’artista, studi di architetti e designer e i loro quartieri. 

Credits:

L’iniziativa è stata realizzata dalle quattro Case museo di Milano. Sono le seguenti: Casa Boschi di Stefano, Museo Bagatti Valsecchi, Villa Necchi Campiglio e Museo Poldi Pezzoli). Hanno collaborato il Comune di Milano e la Fondazione Adolfo Pini. C’è anche stato il contribuito della Fondazione Cariplo per il bando “Cultura e aree urbane”.

Un documentario a cura di TVN Mediagroup, con la voce narrante della testimonial, Lella Costa, ed un trailer hanno arricchito il progetto.

Info: www.casemuseo.it

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti