Il sogno americano in mostra al British Museum

Print Friendly, PDF & Email

“The American Dream: Pop to the present” è il titolo della mostra allestita al British Museum di Londra. Dl 9 marzo al 18 giugno 2017, il museo si apre al pubblico per una rassegna dedicata alle stampe americane. 

A sponsorizzarla è Morgan Stanley, supportato da Terra Foundation for American Art. 

NDY WARHOL, VOTE MCGOVERN – 1972 © 2016 The Andy Warhol Foundation for the Visual Arts

200 opere e 70 artisti: sono i numeri di questa magnifica iniziativa che intende ripercorrere gli ultimi 50 intensissimi anni di storia americana.
Una mostra più che mai attuale, si potrebbe ben dire. Gli Stati Uniti attraversano da tempo una crisi economica che stenta ad arrestarsi. Le classi medie vivono sulla loro pelle il crollo e la dissoluzione del sogno americano: l’idea che tutti -a prescindere dallo status sociale dei propri genitori- possano ricavarsi un posto dignitoso nel mondo. 

Jasper Johns’s ‘Flags I’

Mentre un nuovo presidente entra alla Casa Bianca e un altro capitolo della storia americana comincia, sembra il momento giusto per considerare le riflessioni degli artisti sull’America e sui suoi ultimi 50 tumultuosi anni” ha spiegato Fischer, direttore del British Museum. 

The Andy Warhol Foundation for the Visual Arts/Artists Rights Society

Si parte con la pop art degli anni 60, si passa attraverso l’arte minimalista per poi approfondire quella concettuale, il fotorealismo degli anni 70, fino alle prassi artistiche oggi meno conosciute.
Il corpus espositivo è il frutto di un sofisticato sistema di prestiti che ha coinvolto importanti istituzioni museali: il New York Museum of Modern Art e la National Gallery of Art. 

Cinquant’anni molto bui, ma anche molto intensi: la morte di Kennedy, il terribile conflitto in Vietnam, i giochi di potere, l’Aids ma anche la lotta per i diritti civili e il femminismo. 

Edward Ruscha’s ‘Standard Station’, Colour screenprint, 1966. (The Museum of Modern Art)

“Siamo molto felici di poter collaborare con il British Museum per questa grande mostra. Attraverso queste stampe, la rassegna fornisce un affascinante spaccato della cultura e della storia americana degli ultimi cinquant’anni” ha detto Robert Rooney, Ceo di Morgan Stanley. 

Jasper Johns, Robert Rauschenberg, Ed Ruscha, Chuck Close, Louise Bourgeois, Kara WalkerAndy Warhol: le loro opere sono tutte lì a testimoniare quanto grande e forte fosse nel mondo l’influenza americana, quello che oggi si chiamerebbe “soft power”, un potere che nulla ha a che vedere con eserciti e diplomazia, perchè è frutto della capacità di di un popolo di attrarre, portando all’acquiescenza rispetto ai suoi valori e alla sua cultura. 

Info utili:

TITOLO
The american dream: Pop to the Present

PERIODO
Dal 9 marzo al 18 giugno 

LUOGO
British Museum, Londra

BIGLIETTI
Adulti: £16.50
16-18 anni e disabili: £13.00
Gratuito per i minori di 16 anni

Credits: British Museum, Londra

Potrebbe interessarti:

Weekend a Londra nei luoghi dedicati a Lady Diana
Stati Uniti d’America, un viaggio nel profondo Sud
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti