Marzabotto, il Museo Etrusco “Pompeo Aria” e l’area archeologica aperti il 1° maggio

Print Friendly, PDF & Email
Museo Nazionale Etrusco Pompeo Aria 1° maggio

Il Museo Nazionale Etrusco “Pompeo Aria” e l’area archeologica di Marzabotto anche quest’anno rimangono aperti in occasione della Festa del Lavoro del 1° maggio, con il solito orario, per consentire a cittadini e turisti di apprezzare i propri scavi e le proprie collezioni.

Il Museo è regolarmente aperto dalle 9 alle 18.30 mentre l’area archeologica dalle 8 alle 19.

L‘area archeologica dell’antica città di Kainua (a monte dell’odierna Marzabotto) è una testimonianza unica nell’ambito della civiltà etrusca. La sua conservazione, in seguito all’abbandono del luogo con l’invasione celtica, permette di visitare il vasto pianoro su cui si snodano i resti dell’abitato e le ampie strade che si incrociano ortogonalmente suddividendo in modo regolare lo spazio urbano orientato secondo i canoni della disciplina etrusca.

Nel museo dedicato a Pompeo Aria – organizzatore del primo nucleo della collezione – sono presenti le testimonianze della vita della città che prosperò dalla fine del VI alla metà del IV secolo a.C., dai ricchi corredi delle necropoli alle ricostruzioni dei tetti e degli alzati delle case, dalle statuette votive in bronzo fino alle testimonianze recuperate a Sasso Marconi e nel territorio circostante.

I resti dell’area archeologica mostrano come i modelli del mondo greco abbiano influito sulla progettazione della città etrusca: dalla ceramica attica ai reperti come la testa di Kouros in marmo greco o la grande kore in bronzo, ad indicare una produzione locale chiaramente ispirata alla cultura ellenica.

Info
www.archeobologna.beniculturali.it

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti