La Boston Public Library restituisce all’Italia dei reperti storici sottratti illegalmente

Print Friendly, PDF & Email

Boston. Restituiti il 19 aprile, durante una cerimonia presso la Boston Public Library, al Comandante dei Carabinieri Tutela del Patrimonio Culturale Fabrizio Parrulli dei documenti storici sottratti illecitamente in Italia ed esportati negli Stati Uniti.

Nello specifico si tratta di:

  • due manoscritti del XIV e XV sec., denominati “Mariegola della Scuola Grande di Santa Maria di Valverde della Misericordia” e “Mariegola della Scuola Grande di San Giovanni Evangelista”, entrambi rubati nel 1949 dal l’Archivio di Stato di Venezia.               
Boston

Manoscritto “Mariegola”

 Nel 1950, furono individuati e processati i responsabili del furto, ma i beni non furono recuperati. Solo nel 2013, la “Mariegola della Scuola Grande di Santa Maria di Valverde della Misericordia” e una pagina miniata appartenente alla “Mariegola della Scuola Grande di San Giovanni Evangelista” sono state individuate tra le collezioni della Boston Public Library. Dopo una Commissione di Rogatoria internazionale inviata agli USA dall’Autorità Giudiziaria di Venezia, i beni sono stati sequestrati dall’Homeland Security Investigations (HSI) – Immigration and Customs Enforcement (ICE) e la Boston Public Library ha rinunciato al possesso.

  •  un pregiato volume della fine del XVI sec., preso biblioteca arcivescovile “L. Torres” di Monreale (Palermo), scritto da Bernardino Telesio, con la firma del Cardinale Ludovico II de Torres, Arcivescovo di Monreale dal 1588 fino alla sua morte avvenuta nel 1609.

    Volume scritto da B. Telesio

Il libro, segnalato come rubato in circostanze sconosciute e localizzato nel catalogo della Boston Public Library dal Direttore della biblioteca arcivescovile di Monreale, era stato legittimamente acquistato dall’istituzione statunitense nel 1980. Informata delle prove raccolte dal Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale a sostegno dell’identificazione del volume acquisito per quello rubato a Monreale, la Boston Public Library ha spontaneamente rinunciato alla proprietà del bene, consegnandolo all’HSI-ICE per la restituzione al Governo italiano.

  • 198 monete di origine romana, risalenti al periodo dell’imperatore Costantino I (337 d.C. circa).

Nel 2014, l’Ufficiale di collegamento dell’HSI-ICE a Roma ha informato il Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di una spedizione sospetta giunta dagli Emirati Arabi Uniti a una persona di Cincinnati, nota per precedenti legati al traffico di beni culturali.

Monete romane

Grazie agli accertamenti condotti congiuntamente dall’HSI-ICE e dal Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, è stato possibile dimostrare che le 198 monete romane erano state scavate clandestinamente in Italia e illecitamente esportate.

Fonte: Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti