Alla scoperta della Catalogna: 7 itinerari da Barcellona

Print Friendly, PDF & Email

Le Spiagge spettacolari, una gastronomia conosciuta in tutto il mondo e le opere di artisti come Gaudì e Dalì fanno della Catalogna una delle mete più visitate della Spagna.

Ecco 7 itinerari con partenza da Barcellona per conoscere la Catalogna

  • Montagna e Monastero di Montserrat

    Monastero di Montserrat

Durata minima consigliata: un giorno.

Distanza da Barcellona: 60 chilometri.

Come arrivare: in automobile attraverso l’autostrada A2, con un tempo di percorrenza di circa un’ora. È disponibile anche il servizio ferroviario dalla stazione di Plaça d’Espanya di Barcellona. Da Montserrat fino al monastero è possibile prendere il treno a cremagliera o la funivia, per godere al massimo del panorama mozzafiato.

Cosa vedere: un parco naturale di straordinaria bellezza. Sorprendono le singolari forme delle montagne e i massicci che lo compongono. Nella zona è situata una delle mete di pellegrinaggio più famose della Catalogna, il monastero di Montserrat.

  • Tarragona e l’epoca romana

Anfiteatro romano a Tarragona

Durata minima consigliata: un giorno.

Distanza da Barcellona: 100 chilometri. L’aeroporto di Reus si trova a meno di 10 chilometri di distanza.

Come arrivare: in automobile attraverso l’autostrada AP7, con un tempo di percorrenza di poco più di un’ora. Il treno ad alta velocità collega Barcellona alla stazione di Camp Tarragona in meno di 31 minuti. Questa stazione si trova a circa 10 chilometri da Tarragona. I treni regionali collegano Barcellona a Tarragona in un’ora circa.

Cosa vedere: un sito archeologico che mostra una delle capitali più importanti della Spagna romana ai tempi dell’Impero: Tárraco. Di grande interesse sono la Cattedrale, il Museo Archeologico e la necropoli romana e paleocristiana.

  • PortAventura, una giornata all’insegna dell’adrenalina e del divertimento

    Port Aventura

Durata minima consigliata: un giorno.

Distanza da Barcellona: circa 115 chilometri.

Come arrivare: in automobile attraverso l’autostrada AP7, con un tempo di percorrenza di meno di un’ora e mezza. La linea ferroviaria R-16, con partenza da Barcellona, ferma al parco e il tempo di percorrenza è di circa un’ora e un quarto. È disponibile un tipo di biglietto che include il viaggio in treno.

Cosa vedere: un divertente parco tematico con oltre 40 attrazioni e 40 spettacoli giornalieri per tutta la famiglia, un vivace parco acquatico e, da aprile 2017, il primo parco tematico in Europa dedicato alla Ferrari, simbolo di velocità.

  • Itinerario Cistercense

monastero Poblet

Durata minima consigliata: un giorno.

Distanza da Barcellona: l’itinerario comprende i Monasteri di Santa María di Vallbona de Les Monges (Lleida), di Santes Creus e di Poblet (entrambi a Tarragona). Si trovano a una distanza compresa tra i 100 ed i 150 chilometri da Barcellona.

Come arrivare: in automobile attraverso le autostrade A2 e AP2, con un tempo di percorrenza di circa un’ora e mezza.

Cosa vedere: tre importanti monasteri dell’Ordine Cistercense, che rappresentano uno degli itinerari più tradizionali della Catalogna. Percorrerli è un ottimo modo per incontrare se stessi e per godersi la natura, lontani dal ritmo frenetico della vita quotidiana.

  • Triangolo Daliniano

    Casa museo Dali

Durata minima consigliata: due giorni.

Distanza da Barcellona: Púbol, circa 125 chilometri; Figueres, circa 140 chilometri; Cadaqués, circa 170 chilometri.

Come arrivare: da Barcellona in auto è possibile raggiungere il luogo più lontano (Cadaqués) in poco più di due ore.

Cosa vedere: borghi mediterranei che ispirarono l’artista Salvador Dalí e tre degli spazi culturali che descrivono meglio la figura del pittore surrealista: il Teatro-Museo Dalí di Figueres, la Casa Museo Salvador Dalí, a Portlligalt (Cadaqués), e la Casa Museo Castello Gala Dalí di Púbol.

  • Spiagge e cale del Mediterraneo

Lloret de mar

Durata minima consigliata: due giorni.

Distanza da Barcellona: è una zona che si affaccia interamente sul mar Mediterraneo, due le località famose: la Costa Brava, in provincia di Girona, con borghi quali Sant Feliu Guíxols, Tossa del Mar, Begur o Palafrugell (situati tra i 75 e i 150 chilometri di distanza a nord di Barcellona) e la Costa Dorada, in provincia di Tarragona, con località quali Salou, Cambrils o Calafell (situate tra i 70 ed i 130 chilometri di distanza a sud di Barcellona).

Come arrivare: gli accessi stradali sono molto agevoli partendo dall’AP7. Le linee ferroviarie regionali che provengono da Barcellona sono collegate alle località più turistiche.

Cosa vedere: paesini di pescatori come L’Ametlla de Mar o Sant Carles de la Ràpita, paesaggi che ispirarono artisti quali Picasso o Gaudí sulla Costa Dorada o grandi centri turistici come Sitges o Lloret de Mar.

  • Il romanico della Valle di Boí

Chiesa di San Clemente

Durata minima consigliata: tre giorni.

Distanza da Barcellona: circa 300 chilometri. Il percorso in macchina per raggiungere i borghi Taüll o Boí sarà di circa tre ore e mezza.

Come arrivare: in automobile attraverso le autostrade A2 o AP2. Vi sono anche regolari servizi di trasporto mediante autobus da Barcellona e Lleida.

Cosa vedere: uno dei complessi artistici più preziosi d’Europa, composto da varie chiese romaniche. Si trova sui Pirenei ed è circondato da una natura mozzafiato che ti consigliamo di scoprire visitando il Parco Nazionale di Aigüestortes i Estany de Sant Maurici.

Fonte: www.spain.info

 

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti