Leonardo Da Vinci, tutti i luoghi dove ammirare le opere del Genio

Print Friendly, PDF & Email

 

Ogni nostra cognizione principia dai nostri sentimenti

Era il 15 aprile del 1452 quando nacque Leonardo Da Vinci, il Genio del Rinascimento.
Scultore, pittore, scenografo, ingegnere, Da Vinci ha lasciato un segno profondo nella storia dell’arte e non solo.

Il prossimo 15 aprile saranno trascorsi 565 anni dalla sua nascita, eppure Leonardo Da Vinci continua ad affascinare e sedurre tanti appassionati.

La Gioconda, come pure il San Giovanni Battista o il Bacco sono alcune delle opere più note del maestro rinascimentale, tutte conservate al Louvre di Parigi.

 

La Gioconda

Sono molte le regioni italiane che conservano alcune eredità del suo patrimonio artistico.

Anzitutto la Toscana: qui -precisamente a Firenze- Da Vinci vi fu spedito sin da giovane per imparare le arti presso la Bottega del Verrocchio, all’epoca fucina di talentuosi artisti.
Alla Galleria degli Uffizi sono conservate alcune tra le opere più note di Leonardo, ad esempio l’Annunciazione, il Battesimo di Cristo e soprattutto l’Adorazione dei Re Magi che ha da poco subito un restauro.

Museo Leonardiano

Al Gabinetto dei Disegni e delle Stampe degli Uffizi è conservato il Paesaggio con fiume, la prima opera di Da Vinci realizzata nel 1473.
Merita una visita anche il Museo Leonardiano. Il complesso museale rende omaggio alle invenzioni che, per l’ingegno, farebbero invidia ai geni della Silicon Valley.

Ad Anchiano, non molto lontano da Firenze, troverete la casa natìa dell’artista. Un luogo a dir poco affascinante, immerso nella campagna fiorentina.

Casa di Leonardo Da Vinci

Anche il nord Italia fu spesso visitato dall’artista che per 17 anni servì la corte di Ludovico il Moro. Il Museo della Scienza e della tecnologia -a lui dedicato- conserva le macchine progettate da Leonardo. Le bozze relative alla loro elaborazione si trovano sempre a Milano, nella Pinacoteca Ambrosiana.

Museo della Scienza e della Tecnologia

Uno degli oli su tela più affascinanti e significativi di Da Vinci è però il San Girolamo Penitente, alla Pinacoteca Vaticana.
Realizzato nel 1480, non fu mai terminato dall’artista, ma l’opera è molto importante perché vi si ravvisano già alcuni tratti distintivi della tecnica leonardiana.

Per chi si trovasse nella Capitale, è stato aperto da poco un museo permanente interamente dedicato a Leonardo.
Una mostra – intitolata Leonardo Da Vinci Experience– racconta la vita e l’ingegnosità dell’artista attraverso un’ottica multimediale.

Se al contrario siete all’estero, le possibilità di ammirare le opere di Leonardo sono diverse. In Russia, ad esempio, il Museo dell’Ermitage di San Pietroburgo conserva la Madonna Benois e la Madonna Litta.
A Cracovia c’è la celebre Dama con l’Ermellino presso il Museo Czartorisky.

Anche il Regno Unito raccoglie una buona parte del patrimonio artistico leonardiano, alla National Gallery troverete la Vergine delle Rocce o il Cartone di Sant’Anna.

Parlando di Oltreoceano, è la National Gallery of Art di Washington a vantare alcune opere di Leonardo, tra queste la Madonna Dreyfus o il Ritratto di Ginevra De’ Benci.

Potrebbe interessarti: 

Particolare dell'Adorazione dei Magi- Leonardo da Vinci. Il grande ritorno dell’Adorazione dei Magi di Leonardo dopo il restauro
autoritratto di leonardo da vinci Leonardo Da Vinci Experience, a Roma la mostra sul Genio Universale
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti