The Guardian presenta i 10 migliori festival in Europa in 2017

Print Friendly, PDF & Email
OFF Festival a Katowice, Poland. Photograph

The Guardian seleziona 10 tra i migliori festival in Europa durante 2017. 

Sia in campagna che in mezzo ad un paesaggio post-industriale, sono numerosi i festival in calendario in Europa in 2017. Divertimento, frenesia e un’ottima musica ti stanno aspettando.
 
Ecco la lista dei festival europei da non perdere in 2017 secondo The Guardian:
  • Flow Festival, Finlandia (11-13 agosto)

Nato da un piccolo event club dieci anni fa, oggi sono circa 75.000 le persone che giungono la zona intorno ad una centrale elettrica a Helsinki per il Flow Festival. Un luogo unico, con uno splendido set di luci per il festeggiamento della musica e le arti visuali. Frank Ocean, Moderat e London Grammar sono alcuni degli artisti dell’edizione di 2017. 

Flow festival

© Gaelle Beri: Redferns

  • Into The Valley, Estonia (29 giugno) – Svezia (10-12 agosto) – Sudafrica (26-27 gennaio 2018) 

Nato in 2015 come un discreto festival di musica elettronica in una splendida cava mozzafiato nella Svezia, l’Into The Valley si sta espandendo incredibilmente. Quest’anno ospita tre eventi in tre siti suggestivi: in una cava a Rummu, Estonia; in una fabbrica abbandonata a Stora Vika, Svezia; e nel Castello di Buona Speranza in Sudafrica. 

  • Lowlands, Nederlands (18-20 agosto)

Con un’atmosfera unica, il Lowlands celebra il suo 25 anniversario in 2017 con più di 55.000 persone durante tre giorni di musica, film e arti visuali. Concepito come una micro-città, il festival possiede una radio, un giornale e una valuta propri. Un lineup per tutti i gusti, con noti artisti come Alt-J, The xx o Iggy Pop, e importanti DJ come Ben Klock o Nina Kraviz.

  • Meakusma, Belgio (8-10 settembre)

Il Meakusma si autodefinisce come “tre giorni per celebrare l’inclassificabile attraverso la musica e le istallazioni”. In 2017 si presenta la seconda edizione del festival, con artisti come il dj Ben UFO e la producer Lucrecia Dalt.

  • Melt, Germany (14-16 luglio)

Una maratona di musica non stop da sabato mattina fino a lunedì a mezzogiorno. Il festival tedesco si svolge a Ferropolis, Gräfenhainicheb, un luogo con pezzi enormi di macchinari industriali sparsi (tra i quali una vecchia gru) che sono il centro dello spettacolo di luci di ogni show. Quest’anno si celebra il suo 20esimo anniversario, con artisti come M.I.A. o Die Antwoord

Melt festival

© Alamy

  • Nuit Sonores, Francia (23-28 maggio)

Ancora a celebrare l’anniversario c’è il Nuits Sonores, che festeggia il suo 15esimo anniversario in 2017. Il festival di musica elettronica si tiene in 40 location diverse a Lyon nei 5 giorni che dura il festival, da alcuni importanti luoghi storici ad altri interessanti siti industriali. Nel lineup dell’edizione di quest’anno ci saranno artisti di rilevanza quali The Black Madonna featuring Honey Dijon e Omar Souleyman

  • OFF Festival, Polonia (4-6 agosto)

Un piccolo festival a Katowice, nel sud est della Polonia. Durante gli ultimi 10 anni, l’OFF Festival ha consolidato un pubblico internazionale. La cantante Anna von Hausswolff o la producer Anna Meredith sono alcune delle artiste da non perdere tra la selezione di quest’anno.

  • Outlook, Croatia (7-10 settembre)

Da dieci anni, l’Outlook è il festival dubstep della Dalmazia, tenutosi in un forte abbandonato in Pula tra tramonti mezzafiato. Tra gli artisti delle diverse edizioni del festival, protagonisti del grime (il cosiddetto garage rap), risalgono Wiley, Princess Nokia e Bugzy Malone.

Outlook Festival

© PYMCA: UIG via Getty Images

  • Primavera Sound, Spagna (31 maggio 4 giugno) – Portogallo (8-10 giugno)

Caratterizzato dalla grande crescita che ha avuto durante gli ultimi anni tra i festival europei più importanti. Tenutosi a Barcellona (per sei giorni) e anche a Porto dall’anno 2012 (per tre giorni). Ogni anno presenta alcuni tra i più importanti internazionali artisti, come The xx e Nicholas Jaar. 

  • UVA Festival, Spagna (2-4 giugno)

Da non perdere, soprattutto dalla fantastica location in cui si tiene ogni anno l’UVA Festival. Un monastero del 12º secolo nella scogliera di Ronda, un piccolo paese andaluso. Nell’edizione di 2017, il piccolo evento (capienza massima di 500 persone) presenta un interessante lineup con artisti come Brilliant Corners’ Donna Leake e Deborah Ipekel.

Info: www.theguardian.com

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti