Il Picnic di Pasquetta

Print Friendly, PDF & Email

Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi: proverbio applicato fino ad un certo punto, perchè guai a privare gli italiani del pranzo in famiglia in un giorno di festa!

La storia è diversa per quanto riguarda Pasquetta, il lunedì delle vacanze pasquali.
In Italia, negli ultimi anni ha preso piede la tendenza – ormai quasi tradizione – di festeggiare con un pranzo all’aperto, scaldandosi al sole primaverile insieme agli amici o alla propria dolce metà.

Quindi, in anticipo sul picnic del 1 maggio, via alla ricerca del “pezzo di prato giusto” tra campagna, montagna, parchi o spiagge ancora chiuse.

Veniamo ora alle ricette della Pasquetta, ovvero quello che nel vostro cestino non dovrebbe proprio mancare!
Puntiamo su un manù gustoso, ma facile e veloce da preparare:

  • pizza pasquale – se è avanzata dal giorno precedente, come farne a meno! Se no, lasciate perdere, i tempi di preparazione delle pizze pasquali sono lunghi.


Unica eccezione la pizza al formaggio della tradizione umbro marchigiana: si può preparare tranquillamente in mattinata!

  • uova sode – anche questo grande classico della Pasqua. Se volete, potete mangiarle ripiene di salsa di tonno, da portare separatamente in una scatola.
    Per preparare la salsa: frullare insieme tonno, maionese – o un formaggio magro, se volete la variante più light – e erba cipollina.
  • frittata – un must da picnic. E’ semplice da preparare, buonissima anche fredda, e si può condire in tanti modi diversi.
    Data la stagione, suggeriamo di optare per quella agli asparagi – anche con quelli selvatici, più amarognoli, è ottima – o ai carciofi.
    Un segreto, forse non così segreto, per rendere ancora più buona la frittata è quello di aggiungere pepe, parmigiano e un goccio di latte alle uova sbattute.
  • quiche e torte rustiche – altro prodotto perfetto per un pranzo all’aperto. Questa è una ricetta molto veloce per una gustosissima quiche:
    sbattere insieme mezzo chilo di ricotta, parmigiano – se lo avete anche un pò di pecorino – due uova e della pancetta a cubetti o, in alternativa, speck o prosciutto cotto.


Qualche pezzetto, tagliato sempre a cubetti, di un formaggio dolce tipo fontina, un pizzico di pepe ma niente sale – i salumi e il parmigiano sono salati – e il gioco è fatto!
Ora non vi resta che stendere l’impasto su una pasta brisè, o sfoglia, già pronta, infornare per circa 25 minuti a 180° et voilà!

  • tramezzini, panini, sandwich – via libera alla fantasia! Per chi vuole sbizzarrirsi con i ripieni, preparateli fatti in casa.



Per esempio: avete mai provato a buttare qualche carciofo in padella e metterlo in un panino insieme a stracciatella e prosciutto crudo?

  • vitel tonnè – da escludere per i tempi di preparazione troppo lunghi? Ora ve ne diciamo veramente una bella. Anzichè preparare l’arrosto di vitello, comprate qualche etto di petto di tacchino al super mercato o all’alimentari, e copritelo di salsa tonnata e capperi. Fatto! Ed è anche un favoloso ripieno per un tramezzino.
    Per la salsa: mettete in un mixer tonno, limone, capperi, un pò d’olio e, se le avete, un paio di acciughe o un pò di pasta balena.
  • insalata di pollo – per avere un insalata di pollo da manuale, comprate un pollo già pronto della rosticceria.
    Tagliatelo a pezzetti, poi aggiungete un formaggio dolce – la fontina sarebbe l’ideale – tagliato a cubetti, e del bacon che avete già cotto in padella.
    Se volete la variante più leggera, al posto del bacon usate del prosciutto cotto. Portate del limone per condirla oltre all’olio, sta benissimo con il pollo.
  • dolci – anche qui, sicuramente riuscirete a prendere “in prestito” qualcosa dai dessert del giorno prima. Colomba, uova, mimosa e pastiera sono le benvenute nel vostro cestino da picnic!
    Se dovete prepararne uno, puntate su crostata o torta di mele: sono semplici da preparare, si mangiano volentieri anche se fa caldo, e piacciono a grandi e bambini!

Potrebbe interessarti anche:

Pasqua, tutti a tavola con le ricette della tradizione
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti