Al Macro Testaccio la quinta tappa del From La Biennale di Venezia & OPEN to MACRO. International Perspectives

Print Friendly

Alessandro Verdi presenta al MACRO Testaccio dal 13 aprile al 17 maggio “Sulla pelle della pittura”, un ciclo di lavori che prende le mosse dalla mostra realizzata alla Biennale di Venezia.

Al Macro Testaccio le opere di Alessandro Verdi

Lesposizione rientra nel più ampio progetto “From La Biennale di Venezia & OPEN to MACRO. International Perspectives”, dedicato alla presentazione presso gli spazi del MACRO di alcune installazioni internazionali provenienti dall’Esposizione Internazionale d’Arte – La Biennale di Venezia e da OPEN – Esposizione Internazionale di Sculture e Installazioni.

Il progetto vede convergere insieme le prospettive artistiche di due città che lavorano per valorizzare e far conoscere le esperienze dell’arte contemporanea internazionale sul territorio nazionale.

Alessandro Verdi ha progettato un percorso lungo le sale de La Pelanda che si snoda attraverso installazioni che dialogano con l’architettura dello spazio. Le opere sono tutte di grandi dimensioni, costituite da pannelli di legno su cui l’artista interviene direttamente con la grafite, da grandi carte ad acrilico stese sul pavimento (in mostra una di 10 metri) o intarsiate da migliaia di piccoli pezzi di carta come a formare una pelle mobile e duttile su cui poi interviene con piccoli segni minimali.

 

Credits

Sulla pelle della pittura nell’ambito di From La Biennale di Venezia & OPEN to MACRO.International Perspectives

Curatori: Paolo De Grandis e Claudio Crescentini

Promotore: Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali

Con la collaborazione di PDG Arte Communications

 

Informazioni

ALESSANDRO VERDI – Sulla pelle della pittura

Roma, MACRO Testaccio – La Pelanda, Piazza Orazio Giustiniani, 4

13 aprile-17 maggio

Orario: da martedì a domenica, ore 14.00-20.00 (la biglietteria chiude 30 minuti prima)

Chiuso il lunedì

Ingresso gratuito

Sito: www.museomacro.org

Fonte: Zètema Progetto Cultura

 

 

Print Friendly

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti