Far rivivere il mammut lanoso: la soluzione contro il riscaldamento globale

Print Friendly, PDF & Email
Mammut lanoso

Anche se è stato stinto per colpa nostra circa 4.000 anni fa, forse è arrivato il momento di far tornare il mammut lanoso per lotare contro il riscaldamento globale e salvarci tutti. 

Sergey e Nikita Zimov vogliono recuperare il mammut per rallentare lo scioglimento del permafrost. Il luogo scelto è stato il Pleistocene Park, nella Siberia nordorientale. 

A causa del riscaldamento globale, il terreno ghiacciato nord-siberiano si scioglierà e libererà molta CO2. Per rallentare lo scioglimento, ci vogliono tanti animali erbivori. Loro trasportano i semi e riciclano rapidamente i nutrienti del suolo. La rinascita del gigante estinto sarebbe la chiave per accelerare il recupero dell’ambiente.

È per questo motivo che, con l’aiuto del genetista George Church di Harvard, gli Zimov vogliono far rinascere il mammut. Nikita Zimov, direttore della Northeast Science Station, ha spiegato la procedura scientifica:

«Church ha isolato dal genoma del mammut i 45 geni più utili a sopravvivere sottozero. Il suo piano è inserire quei geni nel Dna di un embrione di elefante asiatico, la specie più vicina al mammut. E avere così un ibrido, ossia un “mammufante”». 

Tra bisonti europei, cavalli di razza Yakut, alci e buoi muschiati, gli Zimov hanno già portato nel parco oltre 70 animali erbivori. Ancora ne devono aggiungere tanti altri. Nel frattempo, si dovrà sviluppare la parte genetica del progetto.

 

Info: www.pleistocenepark.ru

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti