In mostra per la prima volta in Italia l’opera di Charlotte Salomon

Print Friendly, PDF & Email
Charlotte Salomon.

Fino al 25 giugno 2017, Palazzo Reale di Milano ospita la mostra “Charlotte Salomon. Vita? O Teatro?” dedicata alla giovane artista ebrea che ha utilizzato il suo talento per rappresentare la propria esistenza e sfruttare così le proprietà taumaturgiche dell’arte.

Prima di morire ad Auschwitz nel 1943, Charlotte affidò infatti il racconto di tutta la sua vita a centinaia di tempere, raccolte sotto il titolo “Vita? o Teatro?“. Opere nelle quali trovano spazio tutti i suoi sentimenti, dall’amore e dal desiderio di felicità, alla sofferenza e alla paura.

Un lascito artistico miracolosamente sopravvissuto alle persecuzioni e alla guerra, che si compone di circa 1325 documenti tra tempere, veline, annotazioni, varianti pittoriche e altre prove.

Quello che si trova ora in mostra a Palazzo Reale è solo una parte di questo reperto, ma non per questo meno importante.

Nelle 270 tempere esposte, accompagnate da decine di fotografie private dell’artista, ci si trova di fronte a un vero e proprio storytelling visivo.

Un racconto nel quale ogni pennellata ha un peso, ogni frase e pensiero andrebbe letto e soppesato, perché è difficile riuscire ad afferrare la semplicità e la complessità di una donna come la Salomon che ha reso possibile un miracolo: condensare il vissuto dei propri giorni in una valigia.

Credits: La mostra, a cura di Bruno Pedretti, è promossa e prodotta dal Comune di Milano Cultura, Palazzo Reale e Civita Mostre, in collaborazione con il Jewish Historical Museum di Amsterdam. 

Info mostra:

“Charlotte Salomon. Vita? O Teatro?”    

Palazzo Reale di Milano

Dal 30 marzo al 25 giugno 2017                                   

Orari: lunedì: 14.30- 19.30 /martedì, mercoledì, venerdì e domenica: 9.30-19.30; giovedì e sabato: 9.30-22.30

Biglietti: intero 10 euro / ridotto 8,50 euro

Info: www.palazzorealemilano.it

                                     

Fonte: Segreteria Ufficio Stampa – Comune di Milano

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti