“Vita? o Teatro?”: Charlotte Salomon in mostra nel Palazzo Reale di Milano

Print Friendly, PDF & Email
Autoritratto, 1940 (Charlotte Salomon)

Charlotte Salomon in mostra nel Palazzo Reale di Milano con “Vita? o Teatro?”, dal 30 marzo al 25 giugno 2017.

Charlotte Salomon fu una giovane ebrea berlinese che morì ad Auschwitz. Il racconto della sua vita viene affidato alla centinaia di tempere che hanno sopravvissuto alle persecuzioni e alla guerra.

Dagli anni Sessanta, le sue opere sono state esposte in alcuni dei musei più importanti in tutto il mondo. Il Centre Pompidou e il Museo Ebraico di Parigi, la Whitechapel Art Gallery e la Royal Academy di Londra, il Museo Ebraico di Berlino. Anche in varie altre città tedesche, a Tel Aviv, Chicago, New York, Tokyo… Sino ad oggi mai in Italia.

La mostra, curata da Bruno Pedretti, presenta circa 270 tempere al piano terra di Palazzo Reale insieme a decine di fotografie che illustrano la vita di Charlotte. In parallelo, le scene rappresentate nel suo poema autobiografico ed un filmato che introduce il visitatore nel mondo dei suoi affetti.

L’assessore alla cultura, Filippo Del Corno, dichiara:

“Questa mostra propone ai visitatori il racconto inedito di una storia tristemente nota a tutti, una cicatrice nella storia dell’umanità. Svelando però al pubblico per la prima volta il talento di un’artista sconosciuta ai più, che ha vissuto l’esperienza dei lager nazisti fino all’epilogo più tragico.”

Sull’opera di Charlotte esistono numerosi libri, filmati e cataloghi che ne hanno accompagnato le esposizioni. Salomon è anche la protagonista del romanzo del curatore della mostra, Bruno Pedretti: Charlotte. La morte e la fanciulla.

 

Credits:

“Vita? o Teatro?”

Palazzo Reale, Milano

30 marzo – 25 giugno 2017

La mostra è a cura di Bruno Pedretti. È promossa dal Comune di Milano | Cultura, Palazzo Reale e Divita Mostre, in collaborazione con il Jewish Historical Museum di Amsterdam.

 

Info

www.civita.it

www.juedischesmuseum.de

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti