Musei. Continua il successo dell’iniziativa “Domenica al Museo”

Print Friendly, PDF & Email

Un altro successo per la promozione #domenicaalmuseo”: domenica 2 aprile è stata registrata una forte affluenza di visitatori nei musei e nelle aree archeologiche statali. Nella top 5 dei luoghi più visitati: il Colosseo, gli scavi di Pompei, la Reggia di Caserta, il Giardino di Boboli e le Gallerie degli Uffizi.

La #domenicaalmuseo è un’iniziativa introdotta nel 2014 dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo che prevede l’ingresso gratuito nei musei e nei luoghi culturali statali ogni prima domenica del mese.

Ecco i dati definitivi di domenica 2 aprile:

  • 24.397 Colosseo e Area Archeologica Centrale,
  • 19.853 Pompei,
  • 15.106 Reggia di Caserta,
  • 11.417 Giardino di Boboli,
  •  9.378 Galleria degli Uffizi,
  •  8.235 Castel Sant’Angelo, 
  •  8.100 Galleria Palatina di Firenze,
  •  7.158 Galleria dell’Accademia di Firenze,
  •  6.985 Museo Nazionale Romano,
  •  6.660 museo archeologico nazionale di Napoli,
  •  4.120 Galleria Nazionale d’Arte Moderna e  Contemporanea di Roma,
  •  4.862 Museo delle civiltà di Roma,
  •  4.591 Musei reali di Torino,
  •  4.218 Parco archeologico di Ercolano,
  •  4.158 Pinacoteca di Brera,
  •  4.101 Paestum,
  •  3.136 Gallerie nazionali di arte antica di Roma,
  •  3.105 Villa d’Este,
  •  3.101 Gallerie dell’Accademia di Venezia,
  •  3.031 Museo di Palazzo Reale di Genova,
  •  2.460 scavi di Ostia antica,
  •  2.282 Cappelle Medicee,
  •  2.395 Castello di Miramare di Trieste,
  •  1.980 complesso monumentale della Pilotta di Parma,
  •  1.927 villa Adriana,
  •  1.926 Galleria Borghese,
  •  1.850 Museo del Bargello,
  •  1.674 Galleria nazionale delle Marche,
  •  1.615 Museo archeologico nazionale di Taranto,
  •  1.536 Museo nazionale etrusco di Villa Giulia,
  •  1.508 Museo archeologico nazionale di Reggio  Calabria,
  •  1.429 Palazzo Spinola a Genova,
  •   824 galleria nazionale dell’Umbria,
  •   751 Museo archeologico nazionale di Venezia.

Fonte: ANSA

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti