Canton Ticino: al museo d’arte di Mendrisio la mostra “Metamorfosi Uno sguardo alla scultura contemporanea”

Print Friendly, PDF & Email

Ticino, al Museo d’arte di Mendrisio la mostra “Metamorfosi Uno sguardo alla scultura contemporanea” dal 9 aprile al 25 giugno.

L‘esposizione, allestita negli spazi dell’ex Convento dei Serviti, propone un percorso nella scultura contemporanea che recupera la struttura organica e di origine naturale attraverso materiali tradizionali (come il legno, il bronzo, il marmo, la ceramica) e composti caratteristici della produzione contemporanea: dal silicone al vetro acrilico, dalla plastica all’alluminio.

Mendrisio

JOHN ARMLEDER, 2008. Galerie Andrea Caratsch,
St. Morit

In mostra le opere di 24 artisti (ticinesi, svizzeri e provenienti da vari paesi del mondo) noti e meno noti, appartenenti alle più svariate generazioni, messi in dialogo l’uno con l’altro in modo da dar vita, ciascuno nella sua singolarità, a un insieme unitario in grado di restituire uno spaccato degli orientamenti della scena artistica attuale.

Gli artisti in mostra:

Ai Weiwei, John Armleder, Jean Arp, Selina Baumann, Mirko Baselgia, Alan Bogana, Carlo Borer, Lupo Borgonovo, Serge Brignoni, Lorenzo Cambin, Loris Cecchini, Julian Charrière, Tony Cragg, Matteo Emery, Luisa Figini & Rolando Raggenbass, Christian Gonzenbach, Christiane Löhr, Claudia Losi, Margaret Penelope Mackworth-Praed, Benedetta Mori Ubaldini, Meret Oppenheim, Julia Steiner, Gerda Steiner & Jörg Lenzlinger, Teres Wydler.

 

Credits

Metamorfosi Uno sguardo alla scultura contemporanea

A cura di Museo d’arte Mendrisio in collaborazione con Daniele Agostini.

 

Informazioni

Metamorfosi Uno sguardo alla scultura contemporanea

Mendrisio, Museo d’arte – Piazza S. Giovanni, 6850 

9 aprile – 25 giugno 2017

Orari:

martedì – venerdì

10.00-12.00 / 14:00-17:00

sabato – domenica

10:00-18:00

lunedì chiuso (festivi aperto)

Costi biglietti:

Intero chf/euro 10

Ridotto chf/euro 8

Sito: museo.mendrisio.ch

 

Fonte: museo.mendrisio.ch

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti