Solo metà dell’uva italiana è destinata alla produzione di vino di qualità

Print Friendly, PDF & Email

Secondo gli ultimi dati di Eurostat, l’Italia è il terzo Paese dell’Unione Europea per superficie coltivata a vigneto, ma solo poco più della metà è destinata alla coltivazione di uva di qualità. 

I dati – che si riferiscono al 2015 anche se per l’Italia gli ultimi disponibili risalgono al 2010 – sono il frutto del monitoraggio da parte di Eurostat del mercato per prodotti a base di uva e vino e del potenziale di produzione di vigneti in Europa.

Coltivati in UE nel 2015 3,2 milioni di ettari di vigneti

Vino di qualità

Nel 2015 in Unione Europea sono stati coltivati 3,2 milioni di ettari di vigneti da 2,4 milioni di aziende. La superficie media per azienda è stata di 1,3 ettari, ma con differenze significative tra gli Stati membri.                            

Il 78% dei vigneti (2,5 milioni di ettari) è stato dedicato alla produzione di uva per il vino di qualità. Per vino di qualità si intende la denominazione di origine protetta (DOP) – con 2,1 milioni di ettari, l’83% della superficie totale del vino di qualita’ nell’Unione europea – e  l’indicazione geografica protetta (IGP) – con 0,4 milioni di ettari, ovvero il 17% .

Vino di qualità: l’Italia al penultimo posto per estensione dell’area riservata alla produzione di uva di qualità

Vino di qualità

In tutti gli Stati membri l’uva da vino di qualità ha costituito la quota maggiore del totale di superficie coltivata. Dei 3 milioni di ettari coltivati dalle aziende, circa il 78% è stato dedicato alla produzione di uva per vini di qualità, sia a denominazione di origine protetta (83%) sia a indicazione geografica protetta (17%).                                  

L‘Italia dedica alla produzione di vino di qualità il 52,1% dell’uva che coltiva, posizionandosi al penultimo posto nella classifica per estensione dell’area riservata alla produzione di uva di qualità. 

Ecco i primi dieci posti della classifica

  • Germania 102.543 ettari (100%)
  • Lussemburgo 1.295 ettari (100%)
  • Regno Unito 1.685 ettari (99,9%)
  • Repubblica Ceca 17.653 ettari (99,8%)
  • Austria 45.439 (99.7%)
  • Slovenia 15688 ettari (99.3%)
  • Ungheria 63.381 ettari (97.4%)
  • Spagna 899.303 ettari (95,6%)
  • Croazia 18.546 ettari (90.9%)
  • Portogallo 174.434 (87.8%) 

Spagna e Francia rappresentano insieme circa i due terzi della superficie totale dedicata alla coltivazione di uva per il vino di qualità. In generale, in tutti gli Stati membri, tranne in Romania, l’uva da vino di qualità ha costituito la quota maggiore del totale di superficie coltivata. 

 

Fonte: AGI

 

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti