Ciclismo: al via la 100° edizione del Giro d’Italia tra storia, borghi e montagne

Print Friendly, PDF & Email
Tappe Giro d'Italia 2017

Dal 5 maggio riparte una delle manifestazioni sportive più amate dagli italiani, il Giro d’Italia, la più importante competizione ciclistica su territorio italiano giunta alla sua 100° edizione.

Non sarà certamente un’edizione come tutte le altre anche perché si tratta del primo Giro dopo la tragica scomparsa di Michele Scarponi, ciclista del team Astana e Maglia Rosa nel 2011.

La corsa, alla quale partecipano 22 squadre, comprende 21 tappe per un totale di 3.500 chilometri lungo località famose, strade secondarie e cime storiche fino alla tappa conclusiva di Milano del 28 maggio.

Si parte dalla Sardegna, precisamente da Aghero, l’antico borgo catalano adagiato sulla baia della riviera del Corallo, arrivando poi a Olbia, località da dove partono le escursioni alla scoperta dei siti archeologici più famosi: il nuraghe Riu Mulinu, la tomba dei giganti di Su Monte de S’Abe e il pozzo sacro Sa Testa.
Da Olbia si arriva per la seconda tappa alla spettacolare costa di Tortolì. La terza tappa arriva a Cagliari dopo aver percorso le famose località costiere come Villasimius e Capo Boi.

Dal 9 maggio il Giro si sposta in Sicilia lungo le bellezze naturali ed archeologiche della regione partendo da Cefalù, borgo ai piedi di un promontorio roccioso, fino a Nicolosi, “la porta dell’Etna”. Nella quinta tappa i ciclisti partono da Pedara per arrivare a Messina.

Poi si passa in Calabria per la sesta tappa, da Reggio a Terme Luigiane di Acquappesa, e nella settima tappa da Castrovillari alla cittadina pugliese di Alberobello, famosa per i trulli e patrimonio dell’Umanità. Successivamente si pedala da Molfetta a Peschici attraversando note cittadine e borghi della costa pugliese.

La nona tappa comprende le regioni del Molise e dell’Abruzzo: partenza da Montenero di Bisaccia e arrivo a Blockhaus, una delle più alte vette abruzzesi situata nel massiccio della Majella. L’Umbria è la protagonista della decima tappa con il tracciato da Foligno a Montefalco, chiamata anche “Ringhiera dell’Umbria”

Tra Toscana e Romagna si corre l’undicesima tappa: da Firenze a Bagno di Romagna, località termale d’origine romana. Si continua poi da Forlì a Reggio Emilia e, successivamente, lungo la via Emilia si giunge a Tortona. In seguito si sale da Castellania, casa natale di Fausto Coppi, a Oropa, montagna che fu cara a Marco Pantani.

La tappa successiva prevede uno spostamento ancora più a nord con partenza da Rovetta e arrivo a Bormio, rinomata località sportiva nel cuore dell’Alta Valtellina. Si arriva poi al confine svizzero, da Tirano a Canazei, tra i più importanti centri turistici in Val di Fassa.

La diciottesima tappa è la più attesa, parte da Moena e arriva ad Ortisei, in Val Gardena, con i giganteschi monumenti geologici delle Dolomiti sullo sfondo. Si prosegue con la tappa da San Candido a Piancavallo e quella da Pordenone ad Asiago, conca verde nel cuore delle montagne venete circondata da cime che arrivano a 2.350 metri d’altezza.

L’ultima tappa del Giro d’Italia, il 28 maggio, va da Monza a Milano ed è a cronometro: si parte sul rettilineo d’arrivo dell’Autodromo di Monza, si prosegue nel parco, vicino alla Villa Reale e si arriva nella centralissima piazza Duomo di Milano, dopo aver percorso i viali cittadini e le vie più strette del centro storico.

Fonte: Ansa

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti