Arriva la 25ª edizione di Cantine Aperte 27 e 28 maggio in tutta l’Italia

Print Friendly, PDF & Email
Cantine Aperte 2017

Inizia il countdown per la 25ª edizione di Cantine Aperte: in programma 27 e 28 maggio in tutta l’Italia.

Arriva l’appuntamento più amato del Movimento Turismo del Vino: Cantine Aperte, sabato 27 e domenica 28 maggio. 

Numerose saranno le iniziative che si svolgeranno dalle Alpi all’Etna. Attività en plein air tra trekking, eco e mountain bike; poesia arte e fotografia ma anche musica pop, rock, jazz e folk; degustazioni enogastronomiche tipiche dei territori regionali e non solo.

Cantine Aperte è l’evento enoturistico più importante in Italia. Quest’anno apriranno 800 cantine per i 25 anni della Festa del Vino.

Dall’anno 1993, l’ultima domenica di maggio, le cantine socie del Movimento Turismo del Vino aprono le loro porte al pubblico. Così favoriscono un contatto diretto con gli appassionati di vino.

Di anno in anno, Cantine Aperte vede sempre più turisti, curiosi ed enoappassionati avvicinarsi alle cantine per vivere un’esperienza diversa dal comune. 

L’iniziativa offre la possibilità di assaggiare i vini e di acquistarli direttamente in azienda. È anche possibile entrare nelle cantine per scoprire i segreti della vinificazione e dell’affinamento.

Magda Antonioli, direttore del Master in Economia del turismo all’Università Bocconi di Milano e ispiratrice della prima edizione, ha detto:

Cantine Aperte è l’evento ‘pop’ del vino per eccellenza ed è nato nel 1993 oltre che per intercettare una domanda turistica latente anche per la necessità di portare trasparenza nelle cantine italiane dopo lo scandalo del metanolo: una sorta di esigenza di giustizia rivendicata dai migliori produttori del Paese. Da allora l’enoturismo ne ha fatta di strada, diventando da nicchia a fenomeno sempre più centrale non solo per i consumi di vino ma anche di turismo, con gli stranieri in grande crescita”.

Per consultare gli orari e per ulteriori informazioni, potete consultare il sito www.movimentoturismovino.it.

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti