G7 Taromina, a rischio il Trattato di Schengen. Divieto di sorvolo su Bari e Matera

Print Friendly, PDF & Email

L’ENAC rende noto che in occasione del summit dei Ministri Finanziari dei Paesi del G7 che si svolgerà a Bari dall’11 al 13 maggio, su disposizione delle Autorità di Pubblica Sicurezza è stato emesso un NOTAM (Notice to Airmen – avviso ai naviganti) di chiusura dello spazio aereo sul territorio della città di Bari.

Fino alle ore 24:00 del giorno 13 maggio 2017 è in vigore il divieto di sorvolo, fino a una quota di 6.435 metri, per il traffico che vola a vista (VFR – Visual Flights Rules), inclusi velivoli ultraleggeri e mezzi a pilotaggio remoto (cosiddetti droni), sulla città di Bari con raggio di 2 miglia nautiche dalla Prefettura.

Sono esclusi dal divieto gli aeromobili di Stato e i voli sanitari. Il divieto di sorvolo interesserà anche la città di Matera dalle ore 14:00 alle ore 24:00 locali del giorno del 12 maggio.

Per garantire lo svolgimento regolare e ordinato dei vertici dei Paesi G7 che si terranno a Bari dall’11 al 13 maggio e a Taormina dal 26 al 27 maggio 2017, verranno ripristinati i controlli alle frontiere interne (terrestri, marittime e aeree) dalle ore 00:00 del 10 maggio alle ore 24:00 del 30 maggio 2017, a seguito della temporanea sospensione del Trattato di Schengen per la libera circolazione delle persone.

L’ENAC ha già invitato i vettori aerei nazionali e quelli stranieri operanti in Italia a fornire un’informativa ai propri passeggeri, sia sui siti internet, sia attraverso altre modalità ritenute efficaci. L’Ente chiede a tutto il settore aereo collaborazione e responsabilità nella predisposizione delle misure più idonee per ridurre al minimo l’impatto della reintroduzione del controllo dei documenti, affinché le attività del trasporto aereo possano essere effettuate nel rispetto della puntualità e del regolare svolgimento delle operazioni.

L’ENAC, infine, invita i passeggeri con voli tra il 10 e il 30 maggio a recarsi in aeroporto dotati di documento d’identità in corso di validità e in anticipo rispetto ai tempi normalmente previsti, in modo da non incorrere in eventuali ritardi determinati dalla reintroduzione del controllo documentale.

Da una nota stampa Enac

Potrebbe interessarti: 

Plemmiro, Sicilia (selezione Skyscanner) Con l’Unesco sulle tracce della Sicilia arabo-romana a Palermo, Monreale e Cefalù
Matera, la fiction Rai “Sorelle” ci presenta la Città dei Sassi
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti