Il Vittoriale degli Italiani esempio di buona gestione culturale

Lidia Sirna
Print Friendly, PDF & Email

“Un immenso desiderio di festa” è il titolo dell’evento in programmazione per domani, 1 giugno, al Vittoriale degli italiani, il meraviglioso complesso di edifici sulla sponda bresciana del Lago di Garda.

L‘ingresso sarà gratuito fino a tarda notte, quando verrà inaugurata la nuova illuminazione esterna. Un concerto -“Notturnale Tener-a-mente”- una mostra su D’Annunzio e Pascoli e una nuova app realizzata con la collaborazione della Fondazione Ugo Bordoni per una visita multimediale del Parco concepito dal poeta-soldato su progetto dell’architetto Giancarlo Maroni.

E’Giordano Bruno Guerri -scrittore, giornalista e storico dell’arte- il direttore e il presidente della Fondazione il Vittoriale degli Italiani. Guerri è stato capace di fornire il buon esempio nel campo della gestione museale. A tale scopo sono stati creati nuovi allestimenti come il Museo D’Annunzio Segreto e il Museo D’Annunzio Eroe. Riaperti il canile, l’Arengo, il laghetto del Mas e il Giardino delle Vittorie. 

E’recente l’accordo concluso con Gardaland, il parco divertimenti a pochi chilometri dal Complesso del Vittoriale. Dal patto è sorta un’idea innovativa: il Gardamusei. Gardaland vanta 3 milioni e mezzo di visitatori all’anno, di questi due terzi sono adulti e gravitano a 60 chilometri dal Vittoriale.

La mostra permanente che la Fondazione ha allestito all’interno del Parco Divertimenti raggiunge in qualche modo quei milioni di visitatori, offrendo loro la possibilità di conoscere il poeta.
Nel frattempo i numeri del Vittoriale possono crescere.

Potrebbe interessarti: 

Franceschini, numeri da record nei musei italiani
I 10 parchi divertimento più belli d’Europa

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti