L’Europa e l’Italia alla conquista del turisti del Dragone

Print Friendly, PDF & Email

Il 10 maggio scorso si è aperto a Shanghai il World Bridge Tourism. 

Un progetto sostenuto dall’Unione europea e condiviso con l’Etoa per incrementare i flussi di turisti dalla Cina in Europa, di cui Welcome Chinese è partner strategico del progetto.

Select Holding, la società di marketing internazionale che promuove e attua in esclusiva worldwide per 10 anni la Certificazione Welcome Chinese, assieme a ETOA (European Tourism Association) sono i protagonisti di World Bridge Tourism che, nell’ambito del programma del 2018 anno europeo del turismo EU-Cina, ha selezionato la certificazione Welcome Chinese come migliore strategia di attrazione di visitatori cinesi in Europa, per la realizzazione delle relative attività di promozione in Cina nel 2017 che si inaugurano oggi.

Le giornate passate del 9 e 10 maggio si sono aperte con una conferenza istituzionale in cui sono stati ribaditi i notevoli motivi di interesse del mercato turistico cinese per i paesi europei.

Per sensibilizzare gli operatori turistici europei verso le necessità del viaggiatore cinese Attualmente, le destinazioni europee intercettano appena il 2% dei viaggiatori cinesi, con 11 milioni di turisti registrati nel 2016.

Protagonisti dell’evento istituzionale, Li Zhongguang, Vice Presidente China Tourism Academy e Jacopo Sertoli, CEO Select Holding.  

«Limmagine dellItalia ha grande rilievo in Cina. I cinesi sono attratti dal patrimonio artistico italiano, dal romanticismo degli scenari italiani, dai prodotti Made in Italy, dallenogastromia e dal famoso Italian Lifestyle – dichiara  Jacopo Sertoli, CEO Select Holding  –  LItalia quindi si configura come top destination per la Cina ma può e deve fare molto di più. Per facilitare i flussi occorre adottare una più efficace strategia di marketing, incentrata su elevati standard di accoglienza dedicati alla classe media cinese, puntando l’attenzione sull’offerta culturale – attualmente lItalia è la nazione che detiene il maggior numero di siti (50) inclusi nella lista dei Patrimoni dellUmanità che per i cinesi ha un valore enorme –  valorizzando i gusti e le aspettative dei viaggiatori cinesi, incrementando una politica di semplificazione del rilascio dei visti e  potenziando i collegamenti aerei diretti. Il compito della certificazione Welcome Chinese è quello di aiutare e supportare le imprese turistiche ad accogliere al meglio i milioni di turisti cinesi che arriveranno entro il 2019».

L’incontro è stata anche l’occasione per la consegna ufficiale della certificazione Welcome Chinese alla Regione Calabria, prima Regione italiana a ricevere il prestigioso riconoscimento del governo di Pechino.

Fonte: Ufficio Stampa Be Creative Business

Potrebbe interessarti anche:

Turismo internazionale: la Cina è il paese che spende di più, seguono gli Usa
Cina, progetto One Belt Road: il ministro Delrio propone l’Italia come porta d’ingresso d’Europa
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti