Nuova linfa per il ‘Cristo’ di Gerardo Bergamo ora esposto a Venezia

Print Friendly, PDF & Email

Esposto fino al 17 giugno il ‘Cristo’ dello scultore campano Gerardo Bergamo all’interno della mostra ‘Pro Biennale’, voluta da Sgarbi.

Una finestra sul panorama artistico contemporaneo che il critico ha inaugurato l’8 maggio scorso, in occasione del suo 65esimo compleanno.

L’opera rappresenta un corpo scarnificato appoggiato ad una croce in profilato di ferro grezzo, ed è stata realizzata nel 1973 per la chiesa di Santa Maria delle Grazie di Eboli (Salerno).

A ‘riscoprire’ l’opera di Bergamo, dopo un periodo di oblio, è stato proprio Sgarbi.

“Per anni” – racconta l’artista, nato a Eboli 71 anni fa, formatosi all’istituto d’Arte di Salerno e docente di storia dell’arte – “l’opera è rimasta ai piedi dell’altare. Poi, quando la chiesa è stata ristrutturata, è finita da parte, in un deposito, fino a trovare nuova collocazione prima accanto all’ingresso, poi sulla balaustra dell’organo”.

E ora, per l’opera, la vetrina veneziana di Palazzo Grifalconi Loredan, dopo un accurato lavoro di restauro affidato allo stesso autore.

Bergamo ha alle spalle una lunga attività orientata soprattutto verso la scultura religiosa e l’arte sacra, firmando, tra l’altro, la scenografia del film ‘Il ragazzo della Giudecca’ con Giancarlo Giannini, Franco Nero e Tony Sperandeo.

Fonte: Ansa

Potrebbe interessarti anche:

Mibact e Agenzia del Demanio: 100 immobili in concessione a giovani under 40
Le lettere della regina Elisabetta nella lingua del Petrarca
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti