A Philadelphia la terza edizione dell’iniziativa culturale Inside Out

Print Friendly, PDF & Email

Dal 15 maggio la periferia di Philadelphia ospita la terza edizione di “Inside Out”, l’iniziativa artistica e culturale che porta quadri e dipinti fuori dai musei, trasformando strade, parchi e giardini della città in vere e proprie gallerie d’arte a cielo aperto.

Le opere in esposizione sono riproduzioni di capolavori provenienti dalla collezione del Philadelphia Museum of Art, proposte ai cittadini in una veste più informale e accessibile. Il progetto vede il supporto della John S. and James L. Knight Foundation.

Diverse le zone dell’area urbana di Philadelphia e regioni limitrofe coinvolte nell’iniziativa: dal quartiere di East Passyunk, dove si potranno osservare i quadri posti all’esterno di svariati edifici e luoghi pubblici, tra cui il Bok Building e ristoranti come il Noord e il Pat’s Steaks, fino all’area di Manayunk nella quale, invece, le location prescelte includono il Canal Towpath, il Pretzel Park e la Manayunk Brewing Company. Alcune tra le opere più importanti, compresi i quadri Mont Sainte-Victoire di Paul Cézanne e Two Calla Lilies on Pink di Georgia O’ Keeffe, saranno esposte nella località di Media, mentre sarà presso Haddonfield (New Jersey) che i cittadini potranno ammirare i quadri Japanese Footbridge and the Water Lily Pool e Giverny di Claude Monet e Sailboats Racing on the Delaware di Thomas Eakins.

“Siamo davvero felici di avere il supporto della Knight Foundation per questo progetto. – dichiara Gail Harrity, presidente e direttrice operativa del Philadelphia Museum of Art – Il programma è diventato estremamente popolare, sia dentro che fuori Philadelphia, come anche in altre città in tutta la nazione. Con l’aiuto della Knight Foundation abbiamo portato l’arte in più di venti comunità locali e abbiamo collaborato con più di cinquanta organizzazioni durante il processo di allestimento. Tutto questo non fa che rendere più evidente e risoluta la nostra intenzione di costruire e rafforzare una rete di collaborazioni artistiche, in modo da arricchire con l’arte la vita di ognuno di noi”.

Fonte: www.visitusaita.org

Potrebbe interessarti

 Philadelphia nominata Patrimonio Unesco, prima città Usa

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti