Reggia di Venaria, approvato nuovo statuto: si può aderire al Consorzio

Print Friendly, PDF & Email

La Regione Piemonte ha approvato il nuovo statuto del Consorzio di Valorizzazione Culturale La Venaria Reale, che permette di ampliarne il raggio di attività, non più limitato alla Reggia di Venaria e alle sue pertinenze (come indicato nello statuto attualmente in vigore), ma anche ad altre Residenze reali.

All’articolo 4 viene specificata la possibilità, per altri soggetti pubblici o privati, di aderire al Consorzio con convenzioni, complessive o su aspetti specifici di gestione, o tramite l’affidamento di beni culturali.
La sede del Consorzio rimane la Reggia di Venaria, che si candida a diventare capofila di un sistema di eccellenze storiche, architettoniche e paesaggistiche a 20 anni dall’inserimento del sito seriale delle Residenze reali sabaude nel Patrimonio Unesco.
Le modifiche previste nello statuto pongono le basi per avviare e sviluppare un vero e proprio circuito, fornendo strumenti per la sua gestione e per la valorizzazione e integrazione delle diverse sedi ed esperienze culturali. In qualità di sito patrimonio mondiale, lo statuto prevede la predisposizione di un piano strategico di sviluppo e attività a supporto della pianificazione paesaggistica, come previsto per i beni Unesco, in capo agli enti competenti.

 

Fonte: ANSA

 

Potrebbe interessarti

Alla scoperta della Reggia di Venaria alle porte di Torino: da reggia reale a luogo di svago e divertimento

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti