Musei: tutti i numeri della riforma Franceschini

Print Friendly, PDF & Email

Sono stati resi noti tutti i risultati della riforma Franceschini che ha introdotto delle novità nel sistema museale italiano. Nello specifico, il periodo successivo alla riforma ha infatti visto incrementare il numero di visitatori, sia quelli a pagamento che quelli gratuiti, e gli incassi dei principali musei e parchi archeologici statali. 

Dal 2013 al 2016 è di oltre 7 milioni la crescita del numero dei visitatori – che sono passati da 38,5 milioni a 45,5 milioni (+18%) – mentre gli incassi sono aumentati di quasi 50 milioni di euro – dai 126 milioni di € del 2013 ai 174 milioni di € del 2016 (+38%). Le forme innovative di promozione hanno riavvicinato gli italiani al proprio patrimonio culturale: la prima domenica gratuita del mese è ormai un appuntamento fisso per famiglie e turisti.

 

Di seguito i dati che riguardano i musei oggetto della sentenza del Tar del Lazio. Confrontando i numeri del 2016 con quelli pre-riforma del 2014 si riscontra che:

  •  i VISITATORI del Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria sono aumentati di 14.600 unità (pari al +7,5%), al Museo Archeologico Nazionale di Napoli sono aumentate di 102.000 unità (+29,1%), mentre al Palazzo Ducale di Mantova si è registrato un aumento di 157.100 unità (+76,2%), i visitatori del Museo Archeologico Nazionale di Taranto sono cresciuti di di 34.500 unità (+72%), anche la Galleria Estense, che ha riaperto nel maggio del 2015 a seguito della chiusura forzata causata dai danni del terremoto del maggio 2012, sta registrando numeri molto significativi: +7% di visitatori solo nell’ultimo anno;
  • i RICAVI del Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria sono aumentati di circa 300mila €, mentre quelli del Museo Archeologico Nazionale di Napoli di circa 571.500 €, al Palazzo Ducale di Mantova l’aumento è di circa 880mila €, il  Museo Archeologico Nazionale di Taranto ha registrato ricavi per 102.730 €, anche la Galleria Estense, che ha riaperto nel maggio del 2015 a seguito della chiusura forzata causata dai danni del terremoto del maggio 2012, sta registrando numeri molto significativi: +60% di ricavi solo nell’ultimo anno.

Tutti i numeri della riforma Franceschini sono consultabili online all’indirizzo: www.statistica.beniculturali.it
Fonte: MiBACT

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti