Roma, si tiene oggi e domani “Urbanitas”, il forum Onu sull’agenda urbana delle città italiane

Print Friendly, PDF & Email

Contribuire a definire un’Agenda Urbana italiana per rispondere alle sfide poste dai cambiamenti ambientali, economici e culturali alle nostre città.

È l’obiettivo di URBANITAS – Forum per una città sostenibile, resiliente e creativa, in programma a Roma il 4 maggio presso il MAXXI – Museo Nazionale delle arti del XXI secolo (via Guido Reni, 4) e il 5 maggio alla Sala convegni AIL (via Casilina, 5).

Organizzato dall’associazione Open City Roma, partner della World Urban Campaign, piattaforma dell’Agenzia ONU UN-Habitat, Urbanitas è inserito tra gli Urban Thinkers Campus che si svolgeranno a livello mondiale nel 2017 per tradurre in politiche locali gli obiettivi globali promossi dalle Nazioni Unite attraverso la New Urban Agenda – HABITAT III definita lo scorso ottobre nella conferenza mondiale di Quito, Ecuador.

Urbanitas nasce dal positivo e consolidato percorso di Open House Roma – l’evento gratuito che nei due giorni successivi aprirà con visite guidate le porte di centinaia di edifici di alto valore architettonico e culturale della Capitale – per coinvolgere in un confronto produttivo istituzioni, enti di ricerca, imprese, stakeholder nazionali e internazionali e cittadini. Il focus della prima edizione sarà su Roma, città-laboratorio in cui far confluire pratiche e progetti per sperimentare soluzioni praticabili attorno alle aree tematiche individuate: Città Condivisa (Governance e beni comuni), Città Creativa (Distretti culturali), Città Attiva (Urban Center e co-design), Città Sostenibile(progetto pilota Appia Antica), Città Mobile (Mobilità sostenibile), Città Responsabile (Economia circolare e spreco alimentare).

I saluti istituzionali con l’intervento del rappresentante UN-Habitat per l’Europa, Paulius Kulikauskas, e le analisi di scenario della Opening Plenary inaugureranno i lavori del primo giorno al MAXXI, seguiti dalla presentazione di Best practice nazionali nella Urban Thinkers Session e dai workshop Urban Thinkers Lab, composti da realtà rappresentative dei diversi settori chiamate a elaborare proposte concrete per la città.

Dopo il Bike Summit a cura di Legambiente con la partecipazione del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, nella seconda giornata al centro convegni AIL le stesse proposte saranno oggetto di confronto nelle Plenary Session, tavole rotonde macro-tematiche con figure istituzionali, accademiche, imprenditoriali e del Terzo Settore che raccoglieranno i progetti elaborati per segnarne l’avvio al termine del Forum.

Partendo concretamente e simbolicamente da Roma, il Forum vuole così offrire un contributo significativo alla pianificazione delle politiche rigenerative per il tessuto urbano e culturale delle principali città italiane, coinvolgendo attivamente oltre ai principali attori urbani anche i cittadini, stimolati a essere non più semplici fruitori ma “progettisti” attivi del proprio territorio.

“Urbanitas, al pari di Open House Roma, è un progetto che guarda a una città dinamica e al passo delle altre capitali europee”, spiega Davide Paterna, presidente di Open City Roma. “Di fronte a un mondo che cambia, con le città al centro delle sfide che ci aspettano, siamo tutti chiamati a offrire una visione sulla Roma e sulle città che vorremo”.

Urbanitas è realizzato da Open City Roma e Ordine degli Architetti di Roma e Provincia, con i  Patrocini della Regione Lazio e di Roma Capitale e il sostegno di Enel, Ferrovie dello Stato, Stress Scarl, mytaxi e UCMed – Università della Cucina Mediterranea.

Potrebbe interessarti: 

Roma, stop centurioni, estesa la zona rossa
Roma, Centro Storico: è boom di “acchiappini”
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti