Spagna, è allerta terrorismo. Aumenta la sicurezza nelle spiagge della movida

Lidia Sirna
Print Friendly, PDF & Email

Spagna: dopo il terribile attentato di Manchester anche le spiagge della movida iberica sembrano essere sotto il mirino del sedicente Stato Islamico. 

Onde evitare la strage del giugno 2015 -quando sul litorale tunisino di Sousse morirono 39 persone- la polizia iberica si è messa in contatto con le forze speciali della British Army. 

Stando a quanto riferito dal Daily Mail -che a sua volta ha ricevuto le informazioni da fonti di sicurezza- la Spagna sarebbe maggiormente “esposta ad un attacco adesso che c’è stata una stretta sulla sicurezza nel Regno Unito”. 

Del resto molte spiagge iberiche, dalle Baleari alle Canarie, sono il punto di riferimento per molti turisti inglesi, attratti dai pacchetti tutto-incluso, dal divertimento e dall’alcool a basso costo. 

Gli operatori scelti per sorvegliare la Spagna durante il ponte festivo di bank holiday devono seguire regole d’ingaggio ben definite. No alle armi e agli interventi diretti. Le forze inglesi sarebbero esclusivamente investite del mandato di monitorare, con l’ausilio di telecamere nascoste, eventuali sospetti.

Le immagini sarebbero collegate direttamente ai display della polizia spagnola, che usufruirebbe a sua volta di appositi strumenti per il riconoscimento facciale. Dozzine di specialisti terranno sott’occhio hotel, spiagge e gli hotspot più a rischio per tutta la durata del weekend.

Potrebbe interessarti: 

Sicurezza negli aeroporti, come è cambiata con il terrorismo
Sicurezza negli alberghi: Travelzoo lancia la proposta di una certificazione antiterrorismo
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti