Texas, a scuola cominciano le lezioni per imparare “come comportarsi quando si viene fermati”. Ma l’iniziativa fa discutere

Print Friendly, PDF & Email

Un’ora di lezione per imparare come comportarsi di fronte agli agenti della Polizia, spesso propensi al cosiddetto “grilletto facile”. Così sui banchi di scuola del Texas gli studenti studieranno come muoversi e cosa dire quando si viene fermati. 

Lo scopo sarebbe quello di prevenire il numero delle vittime. Solo nel 2016 si conta che le vittime uccise dalla Polizia siano state 3 al giorno, in totale 1092. 6 di questi cittadini avevano meno di 18 anni, 36 quelle tra i 18 e i 24.

L’iniziativa che punta a cambiare i programmi scolastici ha fatto discutere parecchio. A fare da capofila nella protesta è il movimento attivista Black Lives Matter. ” Le ore di lezione non devono sollevare la Polizia dalle proprie responsabilità. I corsi a scuola li dovrebbero fare gli agenti, sono loro che devono imparare a tenere a freno l’eccesso di difesa” ha spiegato adirata Margaret Haule, a capo del noto movimento internazionale.

I legislatori a favore della proposta sostengono dal canto loro che simili corsi saranno destinati anche agli agenti, che però non si sono mostrati bendisposti all’idea.

Non si sbilancia il vicegovernatore dello Stato americano che conta il più alto numero di condanne a morte, Dan Patrick : “io so solo che meno discussioni tra agenti e cittadini, significa meno feriti e meno morti”. 

Potrebbe interessarti: 

 

Sioux contro Trump, la battaglia impossibile continua
Stati Uniti. La guerra degli oleodotti, Sioux contro Cowboy

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti