Cbs, dagli Usa misure restrittive in arrivo per gli aeroporti europei

Print Friendly, PDF & Email

Il dipartimento di Stato americano vuole associare gli aeroporti europei alla serie di divieti che da due mesi interessano alcuni hub mediorientali: niente laptop, tablet e ora anche reflex digitali a bordo.

La notizia arriva dalla Cbs, e secondo le fonti il nuovo bando entrerà in vigore con l’estate.

Una manovra di sicurezza che è anche un messaggio importante: le misure restrittive che hanno – fino a adesso – riguardato le compagnie aree arabe, non sono finalizzate a danneggiare il settore dei trasporti in Medioriente.
Non solo, c’è anche la volontà di manifestare la consapevolezza del fatto che eventuali azioni terroristiche possono partire da qualsiasi scalo mondiale – data la natura nomade propria del fenomeno del terrorismo, che poi è anche il motivo per cui è così difficile sconfiggerlo.

Di eventuali provvedimenti tra Stati Uniti ed Europa già si parlava da mesi. La causa del ritardo, e non ci sorprende, è attribuita all’opposizione delle tre maggiori società americane – Delta, American e United. 
Le tre compagnie aeree temono che la reazione dei loro clienti – indispettiti dal divieto di godersi le proprie playlist, film o di poter lavorare comodamente in business class – si ripercuota sulle prenotazioni di volo.
C’è anche da considerare il fatto che la privacy di certi viaggiatori potrebbe essere violata.

Nel frattempo le compagnie mediorientali indicate nel bando si stanno organizzando per evitare disagi ai passeggeri: Emirates offre laptop in affitto nelle tratte da Dubai verso gli States, e permette a chi viaggia di consegnare i congegni elettronici al personale di bordo anzichè abbandonarli in valigia.

L‘applicazione dell’estensione del bando agli hub europei, sempre secondo la Cbs, è stata fortemente raccomandata anche dall’intelligence britannica.

Potrebbe interessarti:

Antiterrorismo Usa, le novità
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti