Vacanze, le influenze dei bambini sulla scelta della meta secondo Homeaway

Print Friendly, PDF & Email

Tra i fattori che determinano la scelta della famiglia per la destinazione di una vacanza, il coinvolgimento dei figli gioca un ruolo di primo piano.  Lo rivela la ricerca di Homeaway, portale online di affitto di case vacanze.

Nel 10% dei casi sono unicamente i figli a scegliere cosa fare durante le vacanze estive. Quasi la metà dei figli (49%) esprime però le proprie idee ed opzioni, che verranno poi vagliate dai genitori stessi. Secondo le risposte raccolte, infine, per circa 1/3 degli intervistati, la scelta viene fatta insieme da tutto il nucleo famigliare. L’influenza dei figli non si limita solo su dove andare, ma anche su cosa fare: il 59% di loro è coinvolto nella scelta della tipologia di vacanza (mare, montagna, lago etc.), il 54% esprime la propria volontà in merito alle attività da fare in vacanza e il 39% su quando svolgere le attività.

Tra le sistemazioni extra-alberghiere, la casa vacanza rappresenta largamente la soluzione preferita dai genitori (47%) e dai figli (27%). “La casa vacanza si conferma sempre di più come la scelta ideale – commenta Marcello Mastioni di Homeaway –  poiché offre spazi adeguati per tutti i componenti della famiglia e molte comodità, senza le limitazioni imposte dall’ospitalità tradizionale”.

Per il 56% del campione coinvolgere i propri figli nella scelta della destinazione è un modo per dimostrare attenzione verso le loro opinioni e la metà ne sostiene anche il ruolo formativo, evidenziando l’apprendimento di nuove cose.

L’età dei figli determina una discriminante per le attività previste durante la vacanza. Il parco a tema, ad esempio, è il preferito dai più piccoli, sotto i 12 anni (35%), mentre i figli adolescenti dichiarano di preferire una vacanza all’estero (16%).

Per maggiori info: www.homeaway.it

Fonte: Ufficio stampa Homeaway Italia

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti