Qatar, cresce l’industria del turismo grazie a diversificazione prodotti e nuovi mercati

Print Friendly, PDF & Email
turismo qatar

L’industria del turismo cresce nei primi cinque mesi dell’anno, stando agli ultimi dati di Qatar Tourism Authority (QTA). Tra gennaio e maggio 2017 gli arrivi internazionali in Qatar sono aumentati del 7% rispetto allo stesso periodo del 2016: Europa e America sono i mercati che hanno contribuito maggiormente con un incremento rispettivamente del 14% e del 9%.

Spicca fra tutti il mercato italiano, che ha messo a segno una crescita a doppia cifra con 21.475 passeggeri registrati nei primi cinque mesi del 2017 con un incremento del 33% sullo stesso periodo del 2016. Analizzando i dati per tipologia di visto, si rileva inoltre un aumento del 253% di turisti italiani che hanno visitato il Qatar per vacanza, attratti dall’ottima diversificazione di prodotti e proposte di attività per una vacanza family-friendly all’insegna di un’ospitalità autentica. 

Il Qatar ha inoltre riportato un ulteriore aumento del 262% di turisti italiani in stopover, effetto positivo dell’introduzione del visto di transito gratuito fino a 96 ore, e degli sforzi promozionali con i principali operatori italiani.

A livello globale i visitatori in stopover sono cresciuti del 40% grazie al successo della campagna +Qatar promossa dall’Ente e dalla compagnia di bandiera, che per tutta l’estate continuerà a offrire a chi è in transito un pernottamento gratuito in un hotel a 4 o 5 stelle.

Come condiviso da Hassan Al Ibrahim, Chief Tourism Development Officer di Qatar Tourism Authority, il focus sui passeggeri in stopover e l’introduzione del visto di transito gratuito rientrano nella strategia di QTA volta a diversificare l’offerta turistica del Paese e la nazionalità dei visitatori.
 

“Continuiamo a operare per lanciare il prossimo capitolo della Qatar National Tourism Sector Strategy (QNTSS) con l’obiettivo di implementarlo per rendere il settore del turismo e dell’ospitalità del Paese sempre più florido – afferma Al Ibrahim aggiungendo – La diversificazione è il pilastro alla base di questa strategia: diversificare prodotti, servizi e mercati d’origine per garantire la sostenibilità del settore e una crescita continua, malgrado tutti i cambiamenti nel mondo che ci circonda”. 

QTA prosegue nell’organizzazione del Qatar Summer Festival coordinandosi con i partner privati per il lancio delle offerte relative a ospitalità e intrattenimento, come previsto dal piano. A livello regionale, quest’estate le attività di promozione dell’Ente hanno come target principale i turisti provenienti da Oman e Kuwait: “Nel periodo gennaio-maggio 2017 si è registrato un aumento del 7% di turisti provenienti dal Kuwait. I tempi sono maturi per focalizzarsi anche su altri mercati del GCC e non vediamo l’ora di accogliere i nostri fratelli e sorelle dal Kuwait e dall’Oman” commenta Al Ibrahim.

Oltre che nei mercati regionali, QTA continua a promuovere la destinazione a livello internazionale con un ampio network di rappresentanze in Italia, Turchia, Stati Uniti, Germania, Regno Unito, Francia e Singapore.

“Le esperienze autentiche che il settore del turismo del Qatar offre sono sempre più richieste – conclude Al Ibrahim – Siamo davvero orgogliosi dei nostri partner che continuano a portare avanti i valori dell’ospitalità del Qatar, accogliendo turisti e visitatori senza distinzione di nazionalità e provenienza. L’industria del turismo del Qatar ha la capacità di mantenere professionalità, etica e servizio impeccabile anche in circostanze eccezionali, ed è questa la sua forza”. 

Fonte: Visit Qatar

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

qatar

Vai alla barra degli strumenti