A Pesaro un mare di cultura ed eventi

Print Friendly, PDF & Email

Mari, monti e maioliche. Nella cosiddetta “Riviera delle colline” marchigiane sorge Pesaro, meta imperdibile per gli amanti del turismo a 360 gradi.

Abbracciata da due importanti colline che ne garantiscono un clima mite tutto l’anno, il San Bartolo a nord e il colle Ardizio a sud, la città è anche bagnata dal mare Adriatico che la rende una destinazione ambita del turismo balneare.

Mare

Molte sono le spiagge che hanno meritato anche quest’anno la bandiera blu.

Se si è alla ricerca della comodità, a due passi dal centro e dagli alberghi ci sono gli stabilimenti attrezzati con sabbia finissima e bassi fondali, ideali per tutta la famiglia.

Altrimenti per i più intrepidi e amanti delle due ruote, a qualche chilometro dalla città, percorrendo una suggestiva strada panoramica si trovano le spiagge del Parco Naturale del San Bartolo, tra cui quella di Florenzuola, un vero e proprio gioiello.

Cultura ed eventi

Quest’anno la stagione estiva pesarese è ricca di eventi, grazie al so patrimonio culturale, fatto di musei e monumenti, aree archeologiche, ville, teatri e biblioteche.

Luoghi che prendono vita attraverso un calendario colmo di eventi tra arte, musica, storia e molte proposte a misura di famiglia.

Ecco tutti gli appuntamenti:

  • s’inizia domani, domenica 25 giugno, con le “100 miglia in provincia”, raduno di auto storiche che coinvolge anche il comune di Pergola,
  • “Pesaro DocFest” dal 29 giugno al 2 luglio: rassegna di documentari nazionali e internazionali che tra conversazioni d’autore e incontri con giornalisti e reportage d’inchiesta, vede in Luca Zingaretti il proprio direttore artistico,
  • “Popsophia- Filosofia del contemporaneo”, dal 12 al 16 luglio: serie di incontri e approfondimenti sul tema della fuga dalla libertà, che si tiene a Rocca Costanza,
  • “L’angolo della poesia”, dal 24 al 29 luglio nel cortile di Palazzo Ricci: evento curato da Giuseppe Saponara che analizza le più belle poesie del contemporaneo,
  • “17esimo Festival della Cucina Italiana”, dal 22 al 24 settembre a Piazza del Popolo e via San Francesco: il meglio del cibo e del vino con gli chef delle regioni italiane a ingresso libero,

Le grandi mostre:

  • “Rinascimento segreto”, esposizione curata da Vittorio Sgarbi sull’arte del XVesimo secolo che svela un patrimonio immenso e preziosissimo ma quasi sconosciuto perché non esposto.

Da Piero della Francesca a Pontormo, sono più di 70 le opere da ammirare nelle tre sedi, Palazzo Ducale di Urbino, Museo Archeologico di Fano e Palazzo Mosca di Pesaro.

Visitabile fino al 3 settembre 2017.

  • “Nicola Samorì” a cura di Marcello Smarelli: un progetto pensato esclusivamente per il Centro Arti Visive Pescheria che fa dialogare le opere dell’artista con le immagini sacre delle ricchissime collezioni dei Musei Civici.

Altre “tappe” nel segno della cultura:

Da non perdere una visita ai Musei Civici di Palazzo Mosca per osservare le celebri maioliche ‘alla rosa di Pesaro’, le sontuose nature morte e, soprattutto, uno dei capolavori del Rinascimento Italiano, l’ “Incoronazione della Vergine” di Giovanni Bellini.

Altro luogo da non mancare è Casa Rossini, edificio dove il Cigno di Pesaro nacque nel lontano 29 febbraio 1792. Novità del 2017 è la “Rossini Experience”, un percorso multisensoriale che inizia con la visita in realtà aumentata guidata dal compositore grazie agli speciali occhiali by Art Glass.

Casa Rossini

Per gli amanti dell’archeologia, imperdibili sono le due aree archeologiche della città. La prima in via dell’Abbondanza, piccolo gioiello risalente all’età imperiale, decorato con raffinato mosaici, e quella immersa nel verde del Parco San Bartolo. Area che racconta una lunga storia di molti secoli, fatta di una ricca villa, di una basilica – San Cristoforo ad Aquilam – e di una pieve.

La musica rossiniana

Pesaro è la città che ha dato i natali a Gioachino Rossini, genio assoluto della musica di tutti i tempi.

Per tutto l’anno non mancano le celebrazioni in suo onore che culmineranno nel 2018, in occasione dei 150 anni dalla morte.

Anche l’estate è segnata da questi eventi rossiniani, tutti da non perdere.

Rossini Opera Festival

Si comincia con il “Rossini Opera Festival”, giunto alla 38esima edizione, per poi passare alla mostra a Casa Rossini dedicata a “La Cenerentola”, una delle sue opere simbolo che proprio quest’anno ha compiuto 200 anni, e l’esposizione fotografica che celebra il trentennale del felice sodalizio dello Studio Amati Bacciardi con il ROF.

E ancora, “Rossini in Sorsi”, con gli allievi dell’Accademia Rossiniana che cantano dal balconcino di Casa Rossini e l’Ora di Rossini, che ogni weekend invade il centro storico con le celebri arie del compositore.

 

Ulteriori informazioni al sito www.turismopesaro.it

Fonte: Comune di Pesaro

Potrebbe interessarti anche:

Arriva a luglio il Marettimo Wellness Music Festival nelle isole Egadi
Destinazione Ancona: una città a picco sul mare
Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti