Viaggio nel cuore della biodiversità: alla scoperta del Perù e delle Isole Galapagos

Print Friendly, PDF & Email

Viaggiando alla scoperta dei paesi troverai il continente in te stesso

Proverbio indiano

Un ricco itinerario, per gli spiriti più avventurosi, ma anche per le famiglie, alla scoperta di due tra i luoghi più famosi del Sud America: il Perù e le Isole Galapagos.

Perù, terra ricca di storia e colori, antica dimora degli Incas, come testimonia Machu Picchu – uno tra i siti archeologici più famosi al mondo – e dove è possibile navigare sul Titicaca, il lago più alto del mondo.

Le isole Galapagos celebri, invece, per la bellezza della flora e della fauna endemica, oggetto di studio da parte del celebre biologo britannico, Charles Darwin.

 

Perché andare

Se siete amanti della natura, appassionati di storia e antiche civiltà o semplicemente se volete trascorrere una vacanza all’insegna dell’avventura, il Perù e le Isole Galapagos sono l’ideale.  In Perù potrete andare sulle tracce degli Incas non solo nella famosa Machu Picchu, ma anche nella fortezza di Sacsayhauaman o nel santuario di Qenqo.

Nelle incontaminate isole delle Galapagos, invece, potrete fare snorkeling in compagnia di tartarughe e leoni marini, ammirare le varie specie animali che abitano le isole e fare un’escursione sul vulcano Sierra Negra: il secondo più ampio vulcano attivo al mondo.

 

Curiosità

In Perù è possibile trovare oltre 1000 varietà di patate.

Il Perù è un luogo dai mille volti, il regno della biodiversità, dove la costa oceanica incontra le alte montagne andine e le sconfinata foresta amazzonica. Questa terra millenaria comprende 11 ecoregioni e 84 habitat diversi. Emblema della biodiversità peruviana è la patata che conta oltre 3000 varietà. 12, invece, i  luoghi dichiarati patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, di cui otto culturali, due naturali e due misti.

Le Isole Galapagos si trovano tra due correnti oceaniche: la fredda corrente di Humboldt e la calda corrente di Panama. Lo scontro di queste due correnti fa delle Isole Galapagos l’ultimo eden su terra, dove specie polari e tropicali convivono. Le Galapagos sono un laboratorio dell’evoluzione, fonte di interesse scientifico ancora oggi.

Da non perdere

Da non perdere in Perù sicuramente la visita della città di Lima, del lago Titicaca, della Valle Sacra, del mercato di Pisaq e delle varie testimonianze Incas: da Machu Picchu alla fortezza Ollantaytambo, dal santuario di Qenqo alla fortezza di Puca Pucara.

Nell’arcipelago delle Galapagos sono tappe obbligatorie: il centro di ricerca Charles Darwin, il vulcano Sierra Negra, la spettacolare baia Concha e la Tortuga Bay, la spiaggia più bella del Sudamerica.

Come arrivare

Perù

Il modo più veloce e comodo per raggiungere il Perù dall’Italia è sicuramente via aereo, anche se non esistono voli diretti. Gli scali più effettuati sono Amsterdam o Madrid.

Isole Galapagos

È possibile raggiungere l’arcipelago via aereo sia da Quito che da Guayaquil con voli diretti verso l’isola di Baltra.

Come spostarsi

Ecco, alcune indicazioni per spostarsi nelle varie zone dei Paesi:

Perù

La tratta ferroviaria tra Lima e la Oroya è la più alta del mondo

  • Autostrade

Per gli amanti del viaggio on the road, la via di comunicazione principale è la “Carretera Panamericana“, che corre lungo la costa e misura circa 3.360 Km. Ci sono delle vie di penetrazione che permettono di unire la Costa con la Sierra e la Selva, le principali sono: Olmos, Jaén, Bágua, Rioja Moyobamba, Tarapoto e Yurimaguas.

  • Treni

In Perù potrete viaggiare sulla ferrovia più alta del mondo: tra Lima e La Oroya raggiunge l’altezza di ben 4.831 metri. Nel Sud del paese l’unica ferrovia è quella che parte da Arequipa per Juliaca che ha due ramificazioni: una per Puno e l’altra per Cusco.

  • Autobus

L’alternativa di viaggio più comoda è l’autobus. Le compagnie peruviane negli ultimi anni offrono servizi di qualità sia in prima che in seconda classe.

  • Aerei interni

Se preferite il comfort del viaggio in aereo, ci sono voli interni plurigiornalieri verso la capitale Lima, la città di Cuzco e la parte nord del Paese. Non esistono, invece, voli da e per Paracas e Nazca.

  • Porti

Perché non provare a muoversi in Perù attraversando i grandi fiumi del bacino amazzonico? La capitale Lima è raggiungibile attraverso il porto di Pucallpa, sul fiume Ucayali.

Isole Galapagos

Il Parco Nazionale delle Galapagos ha predisposto delle norme per tutelare il delicato ecosistema dell’arcipelago

Spostarsi nell’arcipelago delle Galapagos non è semplice perché il Parco Nazionale ha predisposto delle limitazioni per la tutela del delicato ecosistema: norme che vanno apprese e seguite alla lettera.

La modalità più comoda per muoversi tra le varie isole sono le Speedboat: piccole imbarcazioni veloci che effettuano un servizio di trasporto passeggeri tra un’isola e l’altra. Il trasporto dura circa 2 ore in base alle condizioni del mare: un’ottima occasione per godersi la calda brezza dell’Oceano Pacifico.

 

Località

Perù

  • Lima 

Il Ponte dei sospiri del quartiere Barranco

Cuore pulsante del Perù, città ricca di storia e di ristoranti di alta cucina, rinomati in tutto il mondo.  Dopo una visita al centro storico con i suoi edifici coloniali e i vari luoghi sacri, come la Cattedrale e al quartiere moderno di Miraflores, con la sua meravigliosa vista sul Pacifico, tappa obbligatoria è Barranco, il quartiere bohémien, dove è possibile ammirare varie opere di street art, il Ponte dei sospiri in legno che richiama quello veneziano e sedersi in uno dei tanti locali di tendenza che caratterizzano il quartiere.

  • Valle Sacra degli Incas

La Valle Sacra degli Incas

Si tratta di una valle alluvionale, formata dal fiume Vilcanota. Da non perdere è il mercato indio della cittadina di Pisaq, dove, oltre ad assistere al baratto tra i contadini locali, è possibile acquistare interessantissimi oggetti di artigianato. Posta a chiusura della valle c’è la fortezza di Ollantaytambo: luogo particolarmente suggestivo, antico villaggio inca che ha conservato nel tempo case, strade, canali, giganteschi edifici e monoliti.

  • Machu Picchu

Lo splendido  panorama di Machu Picchu

Eletta tra le sette meraviglie del mondo moderno, Machu Picchu è una delle destinazioni turistiche più famose al mondo. La cittadina inca del XV secolo è stata scoperta soltanto nel 1911 dall’ archeologo Hiram Bingham. In questo luogo antico, mistero e storia si intrecciano all’interno di una cornice naturale dal grande fascino.

  • Cusco

La cattedrale di Cusco

Antica capitale dell’impero inca e centro culturale del Perù, dal 1983 è Patrimonio dell’Umanità Unesco. Da visitare a Cusco il quartiere pittoresco Barrio de San Blas ricco di palazzi antichi che sorgono sulle fondazioni incaiche. Frequentatissima dai turisti è la Calle Hatun Rumiyuq, strada su cui sorge il palazzo Arzobispal e dove è situata la famosa pietra dai dodici angoli. Altre attrattive da non perdere sono: la Cattedrale di Cusco (costruita anche con i blocchi di granito rosso della città incaica di Sacsayhuamán), la Iglesia de la Compañia e il Convento di Santo Domingo costruito sul santuario dedicato al dio inca Inti. Cuore di Cusco Plaza de Armas ricca di negozi d’artigianato locale e di luoghi della movida.

I siti archeologici più vicini a Cuzco sono Sacsayhuamán, le imponenti rovine Inca dove ogni solstizio d’estate viene festeggiato Inti, il dio del Sole con antichi rituali, il santuario di Qenqo, la fortezza di Puca Pucara e il palazzo Tambomachay.

  • Lago Titicaca

Le case galleggianti costruite dagli indiani Uros sul Titicaca

Come poter rinunciare a un’escursione in motobarca sul lago navigabile più alto del mondo? Il Lago Titicaca è una location incantevole a 3.800 metri sul livello del mare circondata dalla meravigliosa cordigliera andina. Da non perdere qui le isole galleggianti realizzate anticamente dagli indiani Uros per sfuggire alle persecuzioni degli Incas. Costruiti con le canne di totora, un materiale simile al bambù, sono oggi la dimora delle popolazioni di lingua Aymara.

Isole Galapagos

  • Santa Cruz

Tortuga Bay

Situata al centro dell’arcipelago delle Galapagos, Santa Cruz rappresenta anche cuore del turismo dell’arcipelago: è da Santa Cruz che partono la maggior parte dei tour. La sua capitale è la ridente cittadina di Puerto Ayora. Qui, è possibile visitare il centro di ricerca Charles Darwin, fare shopping nella Charles Darwin Avenue e prendere il sole sulla spiaggia più bella del Sudamerica: Tortuga Bay. Nella parte alta di Santa Cruz rimarrete estasiati dalla flora e soprattutto dalla celebre fauna endemica: questa zona è abitata da enormi tartarughe. Al centro di Santa Cruz c’è la collinetta Cerro Dragòn, nota per la laguna dei fenicotteri.

  • Isabela

Isabela è l’isola più grande dell’intero arcipelago

Isabela è l’isola più grande dell’arcipelago. È il luogo ideale per fare snorkeling con iguane, tartarughe marine e leoni marini nella splendida baia Concha Perla. Se siete amanti dell’avventura e degli spettacoli naturali un’escursione al vulcano Sierra Negra è quello che fa per voi. Di grande suggestione è il paesaggio lunare, pieno di crateri e colate laviche attorno al Volcàn Chico.

 

Cosa mangiare

La cucina peruviana negli ultimi anni sta vivendo un periodo d’oro grazie all’opera di chef del calibro di Gaston Acurio e Virgilio Martinez. Nel 2016 il Perù è stato eletto per il quinto anno consecutivo miglior destinazione gastronomica al mondo ai World Travel Awards (WTA).

Si tratta di una cucina di antica tradizione prelibata ma molto sostanziosa, caratterizzata da una grandissima varietà di ingredienti (si possono contare oltre 1000 varietà di patate).  

Tra le specialità culinarie da provare, la papa a la huancaína, un antico piatto che consiste  in una salsa fatta con l’Amarillo, la qualità di peperoncino più utilizzata in Perù , latte, olio e formaggio fresco servita sopra le patate bollite; lo spezzatino o la bistecca di lama e alpaca e il cuy (porcellino d’India) ripieno e cotto in forno o semplicemente fritto. Sulle alte montagne andine le specialità sono a base di quinoa e vari cereali tra cui il mais. Sulla costa sono da provare la ceviche (diversa da quella ecuadoregna perché richiede una preparazione più veloce), il pollo a la brasa (pollo alla brace) e la parihuela, una zuppa di pesce tipica della zona.

Il cuy è un piatto tipico anche dell’Ecuador. La cucina ecuadoriana è molto varia e saporita, consiste principalmente in zuppe e stufati, frittelle di grano, riso, uova e verdure.

Particolarmente utilizzato è il platano, frutto da cui deriva la banana, che viene cucinato in diversi modi: fritto, bollito, alla griglia e chi più ne ha più ne metta. Il pesce è molto cucinato nella zona costiera ma anche sugli altopiani, da provare il bollos, pesce cucinato con le arachidi e il ceviche, la marinatura di gamberi e calamari fatta con limone, lime o arancio a cui si aggiungono cipolla e mais. Tra le specialità di carne locali da assaggiare, il caldo de pata, una zuppa a base di zampe di bovino, e il lechón, il maialino da latte.

Dove mangiare

Lima

Central

Per gli appassionati di cucina gourmet, il Central di Virgilio Martinez è una tappa obbligatoria. Al 1° posto della classifica dei “50 migliori ristoranti del Sud America”,  il Central sfrutta la biodiversità del Perù per creare piatti unici e prelibati. Le portate sono disposte secondo l’altitudine : si passa dalle capesante raccolte  in mare, al vitello e alla quinoa delle Ande.
Per assaporare tutta la varietà gastronomica del Perù in un unico pasto, preparato da uno dei migliori chef del mondo, Central è il luogo giusto.
 
Central Restaurante – Calle Santa Isabel , 376
 
El Mercado


Aperto nel 2010 dallo chef Rafael Osterling, El Mercado nasce per omaggiare la cucina peruviana e le sue molteplici influenze. El Mercado offre ai suoi ospiti piatti raffinati a costi contenuti.  Il cibo, la presentazione e il servizio sono tutti di altissimo livello. Anche se si definisce un ristorante di ceviche, offre molto di più. Da provare il polpo alla griglia e il sandwich di uova pesce.
 
El Mercado – Hipólito Unanue , 203

Cusco

Cicciolina


Situato al secondo piano di una vecchia casa coloniale a pochi minuti dalla piazza centrale di Cusco, Cicciolina si suddivide in due location: il meno formale tapas bar e l’intimo ristorante. I vecchi fasci di legno, le pareti ocra,  i fasci d’aglio essiccato e le ghirlande di paprika appese al soffitto creano un ambiente accogliente.
Il menu offre molti sapori mediterranei, da abbinare a un bicchiere di vino di qualità della vasta collezione di vini.
 
Cicciolina-  Calle Triunfo, 393 2nd floor
 
Marcelo Batata
 
Le calde pareti rosse dell’interno e l’incantevole terrazza panoramica con vista su Cusco caratterizzano questo ristorante nel cuore della città peruviana. Gli ingredienti peruviani tradizionali sono utilizzati per creare piatti che incorporano influenze criollo, orientali e mediterranee.
Tra le specialità la bistecca di alpaca e il pollo accompagnato con una  salsa cremosa realizzata con aguaymanto, un piccolo frutto arancione originario del Perù. Chiunque desideri ricreare questi piatti può iscriversi a un corso di cucina con lo chef Erick Paz Gallegos.
 
Marcelo Batata – Calle Palacio 121
 

Galapagos

La Garrapata

Posto ideale per gustare le delizie della cucina ecuadoregna. La Garrapata è uno dei locali storici di Puerto Ayora. Informale e all’aperto, questo grazioso ristorante ha sul menù anche portate internazionali. Da provare il pollo al curry, i piatti di pesce alla griglia, il pesce in salsa di cocco a la deliziosa aragosta locale.
 
La Garrapata – Av. Charles Darwin y Tomas de Berlanga

Isla Grill

                                                                   

Voglia improvvisa di pesce o di carne alla brace? Isla Grill è la giusta destinazione. Questo accogleinte ristorante è famoso tra gli abitanti dell’isola per le sue deliziose grigliate di pesce e di carne. Tra le specialità di carne, si segnalano il manzo alla griglia  e le costolette di maiale alla brace. Se si vuole gustare dell’ottimo e fresco pesce sono da provare le grigliate di tonno, polpi, gamberetti e calamari.
 

Isla Grill, Av. Charles Darwin

 

Dove alloggiare

Perù

Josè Antonio. Nel modernissimo quartiere di Miraflores, a soli 20 minuti dal centro di Lima a 3 isolati dalla spiaggia di Makaha, si trova l’hotel José Antonio. Ideale per chi desidera vivere a pieno la città peruviana: Miraflores è il quartiere di spicco di Lima, ricco di locali esclusivi, ristoranti gourmet  con viste sull’Oceano Pacifico, parchi e giardini.

Hacienda Puno si trova a 5 minuti di auto dal Lago Titicaca e a 1 isolato dalla piazza principale di Puno e dalla cattedrale. Il ristorante dell’hotel offre una vista mozzafiato sul lago Titicaca.  All’Hotel Hacienda Puno  è possibile gustare una ricca colazione a buffet a base di prodotti locali freschi, mentre a pranzo e a cena sono serviti mix di piatti regionali e internazionali.

L’albergo Casa Andina Premium Cusco è situato nel centro di Cusco, a pochi passi da Plaza de Armas e Koricancha. Le camere della Casa Andina sono costruite intorno a cortili in stile coloniale con balconi in legno. Il ristorante gourmet della Casa Andina, l’Alma Restaurante & Bar, propone prodotti freschi della Valle Sacra e specialità andine.

 

Galapagos

L’albergo San Vincente si trova a 4 minuti a piedi dalla spiaggia. Situato sull’Isola di Isabela, la più grande dell’arcipelago delle Galápagos, l’Hotel San Vicente sorge a 500 metri dalla spiaggia e offre gratuitamente l’attrezzatura da snorkeling.

Fernandina. Questo grazioso hotel dallo stile semplice ed essenziale, a conduzione familiare, si trova a Santa Cruz, a soli 20 minuti di barca dall’incantevole spiaggia di Tortuga Bay e a meno di 5 minuti a piedi dal Centro di ricerca Charles Darwin.

Documenti

Perù

Necessario è il passaporto con validità di almeno sei mesi al momento dell’arrivo nel Paese. Le Autorità di frontiera potrebbero chiedere di esibire il passaporto e il biglietto di andata e ritorno.

Viaggi all’estero dei minori: dal 20 aprile 2013 è in vigore una Risoluzione del Ministero dell’Interno peruviano secondo cui, ai minori, anche turisti stranieri, che viaggino in compagnia di uno solo dei genitori o di persone non esercitanti la patria potestà, può essere richiesta, a discrezione del Funzionario del Dipartimento Immigrazione, all’uscita dal Paese una autorizzazione al viaggio da parte dei genitori non accompagnanti o del giudice tutelare.

Il visto d’ingresso non è necessario fino a183 giorni di permanenza e non esistono restrizioni valutarie all’ingresso nel Paese. L’Euro è cambiato solo in alcune filiali bancarie

Isole Galapagos-Ecuador

Il passaporto è obbligatorio e deve avere una validità di almeno sei mesi al momento dell’arrivo nel Paese. Durante il soggiorno in Ecuador è importante avere sempre con sé un documento di riconoscimento valido per non rischiare di essere momentaneamente arrestati dalla Polizia in attesa di accertamenti.

Il visto d’ingresso per turismo non è necessario fino ad un massimo di tre mesi mentre non si possono introdurre nel Paese somme superiori a 10.000,00 dollari USA.

Per entrare nel Parco Nazionale della Galapagos bisogna pagare una tassa di 100$ a persona per gli adulti (i bambini al di sotto dei 12 anni pagano una tassa pari a 50$) e  una tassa di 10$ (bambini e adulti) per l’ottenimento di una Carta di Transito.

 

Indicazioni sanitarie

Da portare in valigia: disinfettante intestinale. In entrambi i Paesi fate attenzione alle verdure e al pesce crudo e  bevete solo acqua dalla bottiglietta. Attenzione anche al “mal d’altura”, soprattutto nei primi giorni.

Perù

Le strutture ospedaliere pubbliche (compreso il pronto soccorso) sono generalmente carenti per personale specializzato e per mancanza di attrezzature efficienti. Le cliniche e i centri sanitari hanno apparecchiature mediche e personale specializzato di buon livello, ma i costi sono elevati. Per questo è meglio munirsi di un’assicurazione di viaggio prima di partire.

Per i viaggi in Perù non è obbligatoria alcuna vaccinazione anche se le autorità sanitarie raccomandano la vaccinazione contro la febbre gialla e la prevenzione antimalarica per le persone che partecipano alle spedizioni nella selva amazzonica.

Ecuador- Isole Galapagos

Come per il Perù, anche l’Ecuador non può contare su strutture sanitare pubbliche di buon livello. Decisamente migliori le strutture private.

È obbligatoria in Ecuador a la vaccinazione contro la febbre gialla per le escursioni nella parte orientale del Paese e nella foresta amazzonica. Le autorità consigliano la vaccinazione contro l’epatite A e B e l’antitifica.

 

Sicurezza

Sia in Ecuador che in Perù bisogna evitare di prendere taxi e autobus non certificati e di portare con sé souvenir vietati, come, ad esempio, riproduzioni di armi o animali esotici.

Con il nuovo Presidente la sicurezza in Perù è migliorata.– dichiara Miche Hurtado, referente per il Perà di Viva Viajes, agenzia di viaggi genovese specializzata nei viaggi in Sud America ­ – Si è diffusa un cultura di tutela e di rispetto per il turista. Si sono create delle ronde di quartiere che hanno come scopo il mantenimento della sicurezza generale”.

 

Clima

Il Perù ha una diversità climatica non indifferente, a causa della sua posizione e morfologia.

Lungo la costa ci sono due tipi di clima: nella fascia centro meridionale il clima è arido-subtropicale (con una temperatura media di circa 26°C durante l’estate e 13°C durante l’inverno) mentre nella fascia costiera nord clima è semitropicale. Nella zona verso il confine con l’Ecuador è più umido con frequenti precipitazioni che favoriscono una vegetazione più rigogliosa.  Il periodo delle piogge va da dicembre ad aprile, mentre negli altri mesi generalmente il clima è secco.

All’interno della regione andina l’escursione termica è forte (soprattutto nelle città di Arequipa, Puno, Cuzco).  Da Maggio a Settembre la stagione caratterizzante è quella secca, nei mesi rimanenti l’umidità è costante.

Un clima caldo e piovoso caratterizza le Isole Galapagos nel periodo tra gennaio e aprile per via dell’influenza delle correnti oceaniche. Il periodo migliore per visitare questo meraviglioso arcipelago è tra maggio e dicembre, periodo in cui le temperature sono fresche e il clima poco piovoso.

Potrebbe interessarti

Perù, un viaggio nel profondo della cultura Inca

 

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Chiuso aeroporto di Crotone dal 1° novembre

L’Ente Nazionale dell’Aviazione Civile ha disposto la chiusura dell’aeroporto di Crotone per il 1° novembre 2016, dopo aver reso nota la comunicazione da parte della Curatela Fallimentare della società ...
Vai alla barra degli strumenti