Cortina è la più ricercata su Google tra le città scelte per i mondiali di sci

Print Friendly, PDF & Email

Cortina è la meta vacanziera più ricercata su Google rispetto a destinazioni come Vail (USA) che ha ospitato i Mondiali di Sci nel 2015, St. Moritz (Svizzera) in cui si sono svolti nel 2017 e Åre (Svezia) che si presta ad accoglierli nel 2019.

È quanto emerge dal primo studio realizzato sulla reputazione e l’appeal digitale di Cortina D’Ampezzo, prossima destinazione dei Mondiali di Sci Alpino nel 2021, elaborato da Travel Appeal, la startup partecipata da H-FARM, che monitora e analizza in tempo reale i dati online del settore travel.

Il report fotografa 34 mila recensioni contenenti più di 128 mila opinioni che riguardano le strutture ricettive (123 quelle analizzate), i ristoranti (49) e le principali attrazioni (9) del territorio e oltre 92 mila post social di persone e turisti che hanno vissuto e condiviso esperienze a Cortina D’Ampezzo negli ultimi 2 anni.

Sentiment positivo – ovvero la percezione che le persone hanno della struttura che si ottiene dall’analisi semantica di tutte le recensioni e i post dei social network dei visitatori – all’85,5% per chi l’ha visitata negli ultimi due anni. Il dato posiziona Cortina al quarto posto rispetto alle destinazioni concorrenti:

I turisti più soddisfatti sono gli inglesi (l’84,8% di Sentiment positivo), gli italiani (84,6%), seguiti dai francesi (78,1%), gli austriaci (77,4%), i tedeschi (75,2). Ad influire positivamente sul dato l’ottimo livello dei ristoranti e l’alto livello delle attrazioni turistiche, mentre si rileva qualche criticità particolarmente legate al livello delle camere e ai servizi, in particolare il WIFI.

Cortina è la destinazione più ricercata su Google in tutto il mondo: dall’Austria al Brasile, dal Regno Unito agli Stati Uniti e all’Australia. Molto buona la reputazione delle strutture ricettive ma è forte il desiderio del visitatore di vivere un’esperienza qualitativamente migliore.

Se da un lato l’ottima ristorazione e l’eccellente accoglienza ricoprono un ruolo decisivo, letti e bagni scomodi e poco funzionali (camere, Sentiment positivo solo al 68%) oltre alla percezione tendenzialmente negativa connessa al WiFi e al rapporto qualità/ prezzo lasciano interdetto il visitatore. Per questo cluster si registra l’84,4% di Sentiment positivo, valore inferiore rispetto a tutti e tre i competitor  (Åre 90%, Vail 88% e St. Moritz 87%). Non tutte le strutture ricettive hanno un sito web proprietario e la qualità di quelli esistenti risulta media soprattutto dal punto di vista della SEO e dell’usabilità.

La reputazione dei ristoranti di Cortina d’Ampezzo è ottima: Sentiment positivo generale a circa l’89%, il migliore registrato rispetto alle destinazioni concorrenti. Qualità del cibo e l’accoglienza primeggiano non solo quantitativamente ma anche qualitativamente.

Unico appunto: la scarsa attività social degli operatori è un freno alla comunicazione dell’eccellenza raccontata dagli ospiti nelle recensioni.

Positivo il Sentiment per attrazioni come le Cascate di Fanes, il Comprensorio delle Cinque Torri, il Comprensorio di Tofane, il Lago di Federa, il Lago Pianozes, il Museo della Grande Guerra – 5 Torri, il Museo Etnografico “Regole d’Ampezzo”, il Passo Giau, il Sacrario Militare di Pocol.

 

Fonte: Travel Appeal 

 

Potrebbe interessarti

In Nuova Zelanda potrebbero tornare alla luce le Pink and White Terraces, le enormi piscine rosa sommerse da un’eruzione nel 1886

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

Vai alla barra degli strumenti