Locazioni brevi, Bocca (Federalberghi): “Positivo passo avanti, ora continuare con tutela dei clienti e dei lavoratori”

Print Friendly, PDF & Email

Federalberghi commenta positivamente l’approvazione dell’articolo 4 della manovrina, che impone ai portali di prenotazione di riscuotere alla fonte una trattenuta del 21% su ogni contratto stipulato da soggetti non imprenditori.

La definizione di una norma che mette ordine nella disciplina fiscale delle locazioni brevi – commenta il presidente Bernabò Boccacostituisce un positivo passo avanti verso la bonifica di un mercato che è inquinato dagli abusivi e dalla concorrenza sleale”.

Entro novanta giorni, un decreto ministeriale dovrà definire criteri oggettivi per distinguere le attività imprenditoriali da quelle non imprenditoriali. “Anche questo aspetto è positivo – prosegue Bocca – e ci auguriamo che il decreto tragga spunto dalle buone prassi adottate all’estero, evitando che chi svolge l’attività in via continuativa possa continuare a nascondersi dietro un dito”.

L’unico appunto fatto dal presidente di Federalberghi riguarda la formulazione inerente l’imposta di soggiorno che “nel prevedere giustamente l’applicazione dell’imposta anche per i turisti che alloggiano presso gli immobili in affitto – rischia di penalizzare le strutture ufficiali già tartassate dal fisco”.

Da domani conclude Boccadovremo continuare a lavorare su altri aspetti, per garantire la tutela degli ospiti, dei vicini di casa, dei lavoratori e soprattutto della sicurezza pubblica, per evitare che le locazioni brevi offrano un comodo rifugio a chi vuole sfuggire ai controlli delle forze dell’ordine”.

Ufficio stampa Federalberghi

Print Friendly, PDF & Email

copyright Riproduzione riservata.

A Viterbo è esplosa l’Egitto mania

A Viterbo è scoppiata una vera e propria Egitto mania grazie alla mostra “Egyptian treasures. I tesori di Tutankhamon” che espone circa 250 perfette riproduzioni ...
Vai alla barra degli strumenti